SIBIU (ROMANIA). Due scarichi incandescenti squarciano come traccianti il buio dei rocciosi tunnel della Transfagarasan. E' la firma della Perfomante sulla lunga strada che attraversa le montagne della Transilvania; la follia, come dicono i locali, voluta da Ceausescu per muovere velocemente le truppe rumene in caso di invasione sovietica. Pressoché inutile dal punto di vista strategico è però diventata una delle strade panoramiche più famose del mondo, con decine di tornanti e gallerie che si inerpicano da Sibiu fino a un grazioso lago a circa 2 mila metri d'altitudine.

Un banco di prova unico per testare su strada le qualità della nuova Lamborghini Huracàn Performante, la top di gamma capace di firmare il record del Nurburgring e di convincere il nostro direttore durante la prova tra i cordoli di Imola. Grazie alle qualità di base della Coupé implementate dal motore V10 aspirato portato a quota 640 cv, a un peso ridotto (meno 70 kg rispetto alla versione standard) e al sistema di aerodinamica attiva ALA, il gap prestazionale tra una normale Huracàn e la Performante è notevole anche su strada. 

Dopo un primo “stint” di riscaldamento al volante della Coupé 4WD, che si riconferma tanto divertente quanto confortevole anche per usi turistici, si passa alla guida della Performante. Esteticamente d'impatto grazie alla carrozzeria “matt orange”, ai cerchi specifici da 20” e alla vistosa quanto efficace ala posteriore, internamente accoglie pilota e passeggero con sedili racing a guscio e numerosi dettagli in carbonio forged (qui l'approfondimento) maculato.  Il sound espresso dall'aspirato è un inno alla gioia motoristica e nei tunnel è un piacere dare gas solo per godere del ringhio feroce amplificato dalle gallerie.

In modalità di guida Strada, la mappatura più soft del sistema ANIMA, il toro bolognese si addomestica con un dito e asseconda docilmente il pilota. Il carattere cambia in Sport ma esprime il suo meglio inserendo la modalità Corsa. Lo sterzo diventa sensibilmente più consistente, il timbro ancora più ringhioso e l’acceleratore estremamente reattivo. Si attiva inoltre il sistema ALA e la differenza si sente: generando grip sulle ruote interne la vettura curva sui binari, consentendo di premere sull’acceleratore con netto anticipo rispetto alla Coupé. E per quanto riguarda le prestazioni pure i numeri parlano da soli: da 0 a 100 in 2”9 e da 0 a 200 km/h in 8”9. Un'accelerazione tanto entusiasmante quanto spaventosa e da gestire con parsimonia quando si guida su strade aperte al traffico: schiacciare a tavoletta per soprassare una macchina significa passare da 50 a 180 senza qasi rendersene conto.  

In pratica se la Huracàn 4WD è una supercar da tutti i giorni, la Perfomante è (quasi) una vettura da competizione omologata per la strada. Con i prevedili difetti del caso: il comfort su strada, sia per l’assetto rigidissimo che per i sedili racing a guscio, è decisamente inferiore e dopo qualche decina di chilometri la schiena ne risente. Ma la soddisfazione è totale.