La strada è segnata da tempo, in seguito all’obbligo di adempiere alle normative in materia di emissioni di CO2. Non deve dunque meravigliare il ricorso ai motori a 4 cilindri in affiancamento, se non addirittura in sostituzione, dei V6.

L’ultimo marchio sportivo a cedere a questa lusinga è la Jaguar, che ha deciso di metterne a punto uno potenziato della famiglia Ingenium per la F-Type. Coupé oppure Convertible, la sportivissima inglese può da ora essere scelta anche con il 2 litri che al banco dichiara una potenza di 300 cavalli.

E che, grazie a questo valore, è divenuto il più prestante 4 cilindri mai prodotto dal marchio inglese. Il listino parte da 59.790 euro per la Coupé. Con soli 40 cavalli in meno della 3.0 V6, le F-Type possono però contare sul vantaggio di 52 kg di peso in meno offerti da un propulsore più longilineo. E su prestazioni comunque di ottimo rilievo, dati i 249 orari di punta e un tempo di 5”7 per accelerare da 0 a 100 km/h. Il tutto con una riduzione dichiarata dei consumi del 16% rispetto alle V6 ed emissioni di CO2 pari a 163 g/km.

La prima presa di contatto sulle strade della Norvegia ha messo in evidenza la buona maneggevolezza della vettura, soprattutto nella variante a tetto chiuso. Il motore ha una buona utilizzazione e un indovinato abbinamento con il cambio a otto marce, che si possono inserire e scalare anche tramite le leve al volante. Chi non ha paura di perdersi il fascino innegabile dei propulsori a V è avvertito.

JAGUAR F-TYPE 4 CILINDRI: SCHEDA TECNICA E PREZZO