COURMAYEUR. I riflettori del Salone di Ginevra 2017, avevano messo in chiaro la nuova rotta stilistica Mitsubishi. La nuova Eclipse Cross non rompe con la tradizione, la continuità con il design di Outlander è evidente, tuttavia l’evoluzione è netta. Anche a livello concettuale. Con i suoi 4,41 metri di lunghezza, Eclipse Cross va a piazzarsi nel cuore del segmento Suv medi, quello di Nissan Qashqai per capirci, fetta golosa del mercato europeo. 

Che sia un modello ambizioso lo ha sottolineato anche Moreno Seveso, Direttore Generale Mitsubishi Motors Italia, durante la presentazione sotto la neve di Courmayeur: “Segna un nuovo, importante traguardo per la Casa. E’ frutto di un lavoro che ha messo al primo posto una elevatissima qualità costruttiva di concerto con le migliori tecnologie, i massimi standard di sicurezza e linee di design moderne e innovative. Possiamo considerarlo un progetto di natura davvero globale, che affonda le radici nella tradizione del marchio facendo leva su un heritage che comunica capacità prestazionali, funzionalità Suv e performance di guida unendo queste caratteristiche a sfide del tutto nuove: design davvero unico ed emozionante, sicurezza e piacere di guida garantiti e una tecnologia di connettività con tutti i dispositivi mobile che siamo certi piacerà anche ad un target giovane e all’avanguardia”. 

Inoltre Eclipse Cross è l’ultima samurai, l’ultima vettura al 100% Mitsubishi, sviluppata prima della “triplice intesa” con Nissan e Renault. Ha un carattere forte, personalità marcata, con un anteriore dinamico, dominato dal “dynamic shield”, lo scudo frontale marchio di fabbrica Mitsubishi. Le fiancate scolpite si raccordano a un posteriore complesso: linea discendente da coupé, doppio lunotto, fianchi larghi, protezioni robuste. Insomma un’auto che vuole raccordare la tradizione di affidabilità e capacità fuoristradistiche, con le mutate esigenze di una generazione di automobilisti urbani e connessi. 

Infatti la dotazione di bordo strizza l’occhio agli amanti della tecnologia e già la versione base Invite offre un’ampia gamma di strumenti: Cruise Control, Bluetooth, clima automatico, Forward Collision Mitigation, assistenza alla partenza in salita, abbagliante/anabbagliante automatico, luci diurne a led, specchi esterni elettrici e riscaldati, volante e leva cambio in pelle, autoradio Dab, doppio telecomando, telecamera posteriore e sensori luci e pioggia. Alzando l’asticella si trovano altri quattro allestimenti, fino al Diamond: ha tutto, compresi i sedili in pelle a regolazione elettronica.

Gli interni sono ben fatti, assemblati con cura, e l’abitacolo è spazioso anche per chi siede sul divanetto posteriore scorrevole. Tuttavia il bagagliaio non è da prima della classe in quanto a capacità e il doppio lunotto obbliga, in fase di manovra, ad affidarsi alla telecamera e ai sensori. 

Sulla guida poco da dire. In primis perché le condizioni delle strade valdostane non hanno consentito di comprendere appieno le potenzialità del motore turbo-benzina 1.5 litri a iniezione diretta da 163 cv e 250 Nm abbinato al cambio Cvt a 8 rapporti. Però hanno permesso di apprezzare la trazione integrale S-Awc e la modalità di guida Neve: Eclipse Cross procede sicura e tranquilla senza mai perdere aderenza

Nuova Eclipse Cross è in vendita con prezzi da 24.950 euro fino a 32.450 euro; entro la fine del 2018 sarà disponibile anche con una versione aggiornata del motore diesel 2.2 litri attualmente in gamma sulla Asx.