Miano - L’alfiere muove a scacco. Sportage è il portabandiera di Kia: il restyling della quarta generazione regala novità importanti. Il SUV medio coreano si conferma uno degli assi di briscola sul nostro mercato. Punta su un design rinnovato, ispirato felicemente alla berlina sportiva Stinger, nuovi motori, con l’esordio della tecnologia mild-hybrid 48 Volt e l’esordiente, sul modello, e due Diesel di 1.6 litri.

I gruppi ottici e led, anteriori e posteriori, offrono un look rinfrescato, ma soprattutto più dinamico. Tre gli allestimenti, Business Class, Energy e GT Line a “step” di 2.500 l’uno.

Il prezzo parte da 24.500 euro per il 1.6 GDI (132 cv) Business Class benzina a trazione anteriore, fino ai 38.500 euro per il due litri Diesel/ibrido (185 cv) GT Line a trazione integrale. Il listino resta molto competitivo, per competere nel segmento dei “C SUV”, sempre più concorrenziale e vasto. Lo sconto per l'acquisto diretto può arrivare fino a 4.000 euro, quindi a partire da 20.500 euro. Raddoppiano i colori disponibili, da cinque a dieci. Disponibili nuovi cerchi da 17” e da 19”, anch’essi ispirati alla Stinger. Aggiornati anche gli interni. Dalle bocchette di aerazione agli schermi (da 7” a 9”), senza particolari effetti speciali, ma puntando all’efficienza.

Nutrita anche la gamma di sistemi di assistenza alla guida e di intrattenimento. I nuovi Diesel, della piattaforma U3, da 115 e 136  cavalli (Euro 6 d-temp, come tutta la gamma) garantiscono più efficienza. La versione più potente è disponibile anche a trazione integrale.

Abbiamo testato su strada tra Milano e Pavia il due litri a gasolio abbinato al mild hybrid. Il sistema fornisce potenza elettrica fino a 12 kW (in partenza e in salita), ricaricare la batteria posteriore e recuperare energia: garantisce secondo Kia, un risparmio del 7% di carburante.

Lo sport utility da 185 cavalli a trazione integrale (on demand) con cambio automatico regala ottime doti di marcia. Il powertrain “ibrido leggero” aiuta nelle ripartenze. E permette di risparmiare qualcosa. In un percorso misto il consumo è stato di 7,2 litri/100 km, ovvero circa 14 km/litro. L’ibrido aiuta: l’assetto è votato al comfort, giustamente. Equilibrato, per accontentare la fascia più trasversale possibile di clienti. Il mild hybrid sarà applicato ad altri modelli Kia: sia Diesel, sia benzina.