Sempre più SUV. Sport Utility, anni fa demonizzata come invadente e prepotente categoria di auto a stelle e strisce, è diventato l’archetipo di vettura più apprezzata. Dagli italiani e dagli europei.

Renault ha in Kadjar il suo alfiere della categoria di stazza media. A seguito del successo della prima “ondata”, 450.000 esemplari venduti, porterà sulle strade da gennaio il restyling, con prezzi decisamente competitivi a partire da 21.350 euro.

La macchina si presenta con una tripletta di novità: nuovo look esterno, nuovi motori e interni aggiornati. I propulsori sono il benzina 1.3 TCe da 140 e 160 cavalli, i diesel 1.5 (sicuro best seller) da 115 cavalli e il 1.7 Diesel (che arriverà) da 150 cavalli. E sarà l’unico disponibile a trazione integrale.

Ricetta semplice ma di sostanza, parte da una calandra più larga, più netta la firma luminosa, fendinebbia cerchiati e a led, come luci di retromarcia e gli indicatori di direzione. Anche il posteriore mostra forme leggermente più pronunciate. Niente rivoluzionario, intendiamoci, ma affinamenti che la rendono più filante.

Cambia più visibilmente il colpo d’occhio degli interni, con il nuovo schermo touch, non enorme (7 pollici) ma ben integrato nella plancia e con i comandi della ventilazione di maggior pregio e fruibilità: di forma circolare e con il display che visualizza i dati al centro.

L’abitabilità rimane buona, al pari della capacità del bagagliaio (da 427 a 1478 litri).

Su strada, coccolati dal lussureggiante primo inveno sardo, abbiamo testato Kadjar nella due versioni benzina. Con il milletré, realizzato in sinergia col Gruppo Daimler nelle due declinazioni. Da 140 cavalli e 240 Nm di coppia a 1.600 giri e da 160 cv a 260 Nm da 1.750 giri. Sia con cambio manuale sia con l’automatico a doppia frizione EDC.

I propulsori costituiscono senza dubbio un’aggiunta importante al principale pregio di Kadjar. Che è un SUV più confortevole che dinamico. Adatto a viaggiare, il 1.3 in tutte e due le sue declinazioni è abbastanza elastico, sia nei trasferimenti lunghi, sia nel traffico urbano, se si sta sopra i 2.000 giri. Certo, i consumi reali non sono vicini ai quasi 18 km/litro di percorrenza promessi, ma si avvicinano ai 15, se si sta attenti.

Morbida di vocazione, ma non dimessa (buona la frenata) nuova Kadjar non sarà in versione ibrida. I motori termici a disposizione sono stati, a ragione, considerati efficienti e versatili.