Mai fermarsi, consci che il mercato automobilistico va sempre tenuto sotto attenta osservazione. Sull’auto si scatenano le ire (ingiustificate) di decine di amministrazioni comunali. Occorre dunque escogitare qualcosa che tenga bada la famigerata Co2. Ad esempio.

Lo sapete che un’auto con trazione integrale supera come valori quelli di una normale trazione anteriore? Anche in termini di consumo? Bene. Lo stesso risultato, o quasi, che permette una 4x4, può essere ottenuto anche con una trazione anteriore (o posteriore), migliorando i sistemi di controllo elettronici.

Come il Grip Control, ben noto dal 2009 nella casa del Leone,  introdotto sulla prima generazione del 3008. E ora ulteriormente affinato, tanto da poter essere battezzato Advanced Grip Control.  Allo scopo il test si è svolto sulle nevi di Courmayeur. Su vari modelli, dalla 2008 alla 5008, passando per il Rifter o il Traveller.

Tramite una manopola, posta sul tunnel centrale, si selezionano 5 modalità di utilizzo: standard, neve (fino a 50 km/h), fuoristrada/fango, sabbia, disattivato. Ovviamente lo abbiamo utilizzato in modalità “neve”, soluzione che permette, anche a chi ha un piede poco sensibile, di non commettere cose strane quando il terreno è appunto innevato o a bassa aderenza. Alla voce “pneumatici”, gli stessi assumono ancora più importanza, perché esaltano l’efficacia della tecnologia elettronica.

Ogni Peugeot dotata di Grip Control adotta quindi pneumatici “Mud & Snow” (M+S) All Season, per essere utilizzati in tutte e quattro le stagioni. Chiaramente, l’adozione di pneumatici invernali migliora ulteriormente le prestazioni, specie su percorsi innevati, amplificando ancora di più l’efficacia del Grip Control. Sulla 3008 Allure, la più venduta in Italia, il sistema Grip Control costa 500 euro. Fino ad arrivare a 1.200 euro nel caso del Traveller.

Di serie, invece, sulla 5008 Crossway. Non è mancato un ulteriore breve test, utilizzando anche l’Hill Advanced Descent Control (Hdac). Due le modalità. Inserendolo, con il cambio in prima marcia, in una discesa non impegnativa, l’auto procede al massimo a 30 km/h, secondo la volontà del guidatore.

Seconda opzione: nelle discese ripide si mette il cambio in folle e in questo caso la velocità è di appena 3 km/h. Chi guida deve solo badare al volante.