Jeep Renegade, da molti mesi in cima alle classifiche dei SUV compatti in Italia,  ha sfondato le porte del successo commerciale. Il SUV, a inizio anno, è stato rilanciato con l'introduzione di due nuovi motori turbo a benzina che prendono corpo da una base modulare che prevede una cpacità di 333 centimetri cubici per cilindro.

Sono siglati T3 (1.0 e tre cilindri) e T4 (1.3 e quattro cilindri). Oggetto della nostra prova è stato quest'ultimo, nella versione da 150 cavalli, trazione anteriore e il cambio DDTC a doppia frizione.

Per quanto riguarda la linea, va detto che la rinnovata Jeep Renegade conserva la tipica forma squadrata che la caratterizza sin dalla presentazione. Di nuovo c'è la griglia, con le classiche sette feritoie, che si avvicina allo stile della Wrangler, insiema a inedite luici a led anteriori e posteriori.

Volete conoscere tutti i dettagli del nostro test della Jeep made in Italy? Non vi resta che leggerla sul numero 2 di Auto che trovate in edicola!