LOS ANGELES - Il Giaguaro graffia ancora, dopo un triennio che ha visto il marchio di Coventry in prima fila con l'arrivo del primo Suv della sua storia (la F-Pace, qui la nostra prova strumentale), un tris di berline (XE, XF e XJ) nuove o ristilizzate, e novità tecnologiche importanti come l'inedita famiglia di motori Ingenium e la trazione integrale AWD su tutta la gamma.

Al Salone di Los Angeles, sempre più considerato dalle Case automobilistiche europee dal momento che vede tra le sue novità principali l'Alfa Romeo Stelvio e la Mini Countryman, Jaguar ha alzato i veli su una delle proposte più rivoluzionarie e significative della storia recente del marchio: la concept I-Pace che, nel solco di un ampliamento della linea di modelli, apre al mondo dell'elettrico dalle alte prestazioni. Settore tecnologico nel quale la Jaguar ha deciso di investire nei prossimi anni parecchio del suo know-how, visto che è in prima linea nel Campionato FIA di Formula E con una monoposto che fa da laboratorio allo sviluppo futuro nelle auto di serie.

Jaguar ha stupito tutti, al sole della California, con la I-Pace, presentata con un suggestivo e spettacolare reveal virtuale sul web. Questo raffinato prototipo è, per la verità, un'automobile praticamente fatta: il modello definitivo sarà esposta al prossimo Salone di Francoforte e messo in vendita nei primi mesi del 2018. È un bel crossover a cinque posti, lungo 4,67 metri, dalla linea accattivante realizzata da quel mago del design che è Ian Callum, il "papà" di tutte le Jaguar. La griffe di casa è ben visibile nella caratteristica "bocca" frontale mentre fiancate e posteriore sono state concepite nel segno di una sportività neppure troppo malcelata.

Gli interni sono quelli di una concept ma non si discosteranno da quelli definivi: sono molto hi-tech visto che sono ben tre i display a disposizione di chi guida: due dei quali touch (il più grande da 12") posti nella console centrale e un terzo che rappresenta il quadro strumenti virtuale, tipo Audi. Il volante ricorda quello della F-Pace tuttavia la posizione di guida non è rialzata ma decisamente sportiva. Due i vani bagagli: quello tradizionale posteriore che ha un capacità di 530 litri e quello più piccolo sotto il cofano anteriore, vista l'assenza del motore termico.

Ma è, ovviamente, il comparto tecnologico quello che fa della I-Pace una vera auto rivoluzionaria, primo passo della Jaguar verso un futuro eco-sostenibile e a emissioni zero. L'innovativo sistema di propulsione elettrico studiato da Jaguar-Land Rover prevede sotto il pavimento della I-Pace due motori a magneti permanenti sincroni, uno integrato nell'asse anteriore e l'altro nell'asse posteriore per assicurare la trazione integrale alla crossover. Insieme combinano una potenza di 400 cavalli e una coppia di 700 Nm. L'energia è assicurata da un pack di batterie agli ioni di litio a celle "pouch" da 90 kWh, raffreddato a liquido e posizionato in modo tale da abbassare il più possibile il baricentro e assicurare più agilità possibile quando si guida. Le prestazioni dichiarate sono al top: 500 i chilometri percorribili con una singola ricarica, solo 4 i secondi per l'accelerazione 0-100.