Sant’Agata Bolognese e Kyoto sono separate da 9.541 km. Ad unire il comune emiliano la prefettura giapponese ci ha pensato la Lamborghini, protagonista indiscussa della terza edizione del Concorso d’Eleganza con ben ventidue storiche presenti sulle 54 iscritte alla manifestazione. 

Tra queste, la Lamborghini 3500 GTZ carrozzata nel 1965 ha conquistato il premio “best in show” all’unanimità dei voti, oltre ad altri titoli ("Race and Prototypes" e "Best Zagato"). Oltre alla 350 GTZ, le altre protagoniste del Concorso di Eleganza nipponico sono state la Miura, l’Espada, la Islero, la Diablo, la Jarama, la Urraco, la Jalpa, la Countach e la LM 002: tutte provenienti da Europa, Stati Uniti e Giappone.  

Tutti questi bolidi hanno catturato le attenzioni di curiosi ed appassionati, giunti fino al castello di Nijo (patrimonio dell’Unesco dal 1994) per assistere all'evento Una Miura SV del 1971, verde con interni color senape, si è aggiudicata il premio di “Best Lamborgini” oltre ad aver vinto la classe “Lamborghini 1963-1970”. Una Countach LP400 datata 1975 ha trionfato nella categoria “Lamborghini 1971-1985” e ha vinto il premio “Most desiderable to Drive”. Dulcis in fundo, la “Lamborghini 1986-2000” ha visto sul gradino più alto del podio una Diablo GT del 2000.  

I proprietari delle Lamborghini storiche esposte a Kyoto sono stati supportati nell'allestimento dal Polo Storico, un dipartimento del brand emiliano che dal 2016 si occupa di ricostruzione dei pezzi di ricambio, del restauro e delle certificazioni per tutte la auto Lamborghini prodotte fino al 2001. Terminato il concorso, alcune delle automobili hanno partecipato al ‘Tour d’Eleganza Kyoto 2019’: tre giorni di guida nei quali si esplorano luoghi simbolici e panorami suggestivi della prefettura giapponese come il ponte Seto e l’isola di Awaji. 

Quello di Kyoto non sarà l'unico concorso di eleganza al quale parteciparrano le auto storiche del brand italiano. E' già in preparazione infatti la seconda edizione del 'Lamborghini & Design - Concorso d’Eleganza', che si terrà tra Venezia e Trieste i prossimi 19-22 settembre".