La 24 Ore di Le Mans alle spalle è stata l’ultima per Ford GT. Dal 2019-2020 non ci sarà l’impegno ufficiale di Ford Performance con il team Chip Ganassi. La GTE protagonista nel campionato Endurance sarà in bella mostra al Festival di Goodwood, dove un’altra novità, inedita, è attesa.

Un teaser rivela alcune caratteristiche di una “super” Ford GT. Ala posteriore fissa - diversamente dal sistema mobile -, airscope, particolari da corsa, da GTE, appunto. Nascondono una possibile evoluzione del progetto, ispirata alle macchine schierate nell'endurance. Una variante ancor più estrema, stradale.

Ferrari P80/C e SP3JC protagoniste a Goodwood

Tutti i gioielli Ford a Goodwood 

Il 4 luglio, Ford Performance e Multimatic motorsport sveleranno quel che si nasconde dietro al teaser. Potrebbe arrivare anche un annuncio legato alla gestione, da parte di Multimatic, delle Ford GT nel campionato WEC 2019-2020, in veste di team privato.

Immaginare una GT ancor più spinta del progetto, di fatto pensato già per essere vincente in pista, è un immaginare accorgimenti di tipo aerodinamico, soluzioni di alleggerimento, regolazioni riviste nell’elettronica, già dotata di una modalità Track.

Il motore V6 twin turbo da 3.5 litri eroga 656 cavalli e 745 Nm sul modello stradale. A Goodwood, oltre alla Ford GT numero 66 della 24 Ore di Le Mans 2019 saranno presenti anche la Fiesta RS da rally, gestita da M Sport, la Ford Fusion impegnata nel campionato Nascar, le Ford di Ken Block in Gimkhana Ten, la Ford Zakspeed Turbo Capri del 1980.