LAS VEGAS - Mercedes fa il pieno di hi-tech al CES di Las Vegas 2018 con l’innovativo sistema di infotainment basato sull’intelligenza artificiale, il laboratorio viaggiante per la guida autonoma e la conferma delle ultime preview.
 
La novità di maggiore rilievo è il pacchetto MBUX, Mercedes Benz User Exsperience, di fatto l’infotainment di ultima generazione che abbiamo visto in anteprima a Stoccarda, parte integrante della prossima generazione di Classe A in arrivo subito dopo il salone di Ginevra. Come dell’equipaggiamento di serie di tutti i modelli compatti della Stella (Classe B, la coupé quattro porte CLA, la CLA Shooting Brake, la GLA, la Classe A Sedan e anche un nuovo crossover in arrivo che probabilmente si chiamerà GLB).
 
Nella versione entry-level la Classe A avrà due display da 7 pollici, che occupano quasi due terzi del cruscotto-cockpit superiore, mentre gli allestimenti più completi proporranno due mega schermi da 10,25 pollici oppure uno da 7 e uno da 10,25 pollici. Una sorta di cinema al volante che fa intuire come in futuro probabilmente lo schermo sarà unico dal conducente al passeggero accanto. 
 
Per ora il primo display è sistemato dietro il volante e funge da quadro strumenti, mentre il secondo, gestisce l’infotainment, il climatizzatore e tutte le altre funzioni. Una digitalizzazione dell’abitacolo arricchita da intelligenza artificiale e connettività avanzata, per dare modo a tutto l’universo dei servizi di Mercedes di dialogare con il conducente. Il sistema è gestibile mediante un touch pad sistemato sul tunnel centrale oppure attraverso i comandi posizionati sul volante multifunzione. 
Mercedes completa il suo viaggio nel futuro a Las Vegas facendo vivere l’ultima tappa del progetto Intelligent World Drive, nel suo laboratorio viaggiante, la nuova Classe S. Attraverso test drive dedicati  i tecnici di Daimler mostreranno gli ultimi step realizzati in tema di guida autonoma.
 
A Las Vegas, Mercedes porterà anche il Concept EQA, la compatta tutta elettrica; la Smart Vision EQ ForTwo, il concept per il car sharing del futuro e la velocissima hypercar Project One AMG, già viste nell’ultimo anno tra Parigi, Ginevra e Francoforte.