BMW al CES di Las Vegas compirà un altro passo importante, anche se non inedito. Quello che porta un Costruttore di auto a proporsi come un fornitore di tecnologia a trecentosessanta gradi. Il Consumer Electronics Show è certamente il teatro migliore per esibire queste qualità.

Saranno mostrate a bordo di iNext, il concept crossover elettrico che arriverà nel 2021, attraverso il Virtual Drive. Si tratta di un’esperienza speciale, che permetterà di vivere in modo quasi reale il futuro dell self drive su un veicolo premium. Un'anticipazione di come saranno il piacere guida e la connettività digitale.

Un salto in avanti possibile grazie anche al BMW Intelligent Personal Assistant, in grado di suggerire e pianificare i programmi di viaggio e anche le attività. Videoconferenze, servizi, controllo remoto degli elettrodomestici e anche lo shopping: una interazione con l’ospite attiva nella modalità “ease”. Il tutto sarà accompagnato dai “virtual reality goggles”, che completeranno l’esperienza sensoriale completata da una installazionemixed-reality” posta nei pressi di iNext.

Un salto in avanti di tre anni. La guida inizialmente sarà manuale, ma progressivamente il Virtual Drive di iNext prenderà il comando delle operazioni. Una dimostrazione certamente notevole, ma non ostentata. A mantenere il giusto profilo collabora col designshy tech”, finalizzato proprio a visualizzare i prodigi tecnologici solo quando chiamati in causa o necessari. Un sistema avanzatissimo di soluzioni e assistenze, che vanno oltre la guida autonoma o l’elettrificazione. Il Virtual Drive vuole candidare i Next non solo come auto del futuro, ma come “Favorite Space”.