Il CES 2019 accende l'auto e la mobilità 3.0, la più evoluta immaginabile. E serve proprio tanta immaginazione, spesso, per comprendere oggi l'applicazione di molte delle soluzioni che i car makers portano qui a Las Vegas al Consumer Electronics Show. Cioè la più importante fiera d'elettronica al mondo, il luogo d'elezione per vedere e toccare tante novità. Qualcuna più a portata di mano di altre, altre forse più funzionali a dettare il ritmo al progresso. 

Il CES 2019 accelera e propone soluzioni di mobilità che interessano ormai un numero sempre più consistente di costruttori d'automobili (le principali novità le leggete qui), ma non solo: al Convention Center (è lo stesso posto dove a novembre si celebra l'automobile analogica del SEMA) s'inseguono soluzioni elettroniche all'avanguardia che, forse mai come quest'anno, sono affini anche alla galassia automotive. 

Gli schermi arrotolabili Oled R che LG presenta in anteprima mondiale potrebbero intervenire presto in favore degli arredi delle automobili di domani, sempre più capaci(tive) di informazioni e bisognose di maxi-schermi per trasmetterle, in abitacolo sempre meno convenzionali. 

Anche la valigia che ti segue da sola è già pronta a salire a bordo, si tratta di un trolley-robot a batteria che identifica il propietario e lo segue negli spostamenti, mentre la vera rivoluzione è verticale: UberAir promette entro il 2020 (cioè l'anno prossimo...) di far volare fra i grattacieli delle megalopoli i suoi taxi volanti, in grado di scongiurare anche il traffico peggiore. Il quadrimotore, di fatto un maxi-drone, lo realizza la texana Bell e si chiama Nexus.

Continental dimostra un innovativo approccio nella consegna delle merci tramite veicoli senza conducente e robot automatizzati: Continental Urban Mobility Experience (CUbE) è di fatto un robo-taxi, o pod, adibito alla consegna delle merci per utilizzare ulteriormente la capacità di trasporto disponibile e ridurre i tempi di inattività. Fra le novità presentate da Hyundai alla fiera, il costruttore coreano ha anche presentato il concept Elevate Walking, un Mobility Vehicle creato dalla divisione Cradle basato su una piattaforma EV modulare con "gambe" robotizzate e indipendenti e la possibilità di cambiare corpi diversi per situazioni specifiche; Elevate può essere utilizzato in situazioni di emergenza come terremoti e calamità naturali, ma anche per aiutare le persone con disabilità.

Spazio anche per l’Internet delle cose (IoT) che trasforma sempre più il mondo in cui viviamo. Al CES 2019 di Las Vegas, Bosch ha presentato le applicazioni e i servizi già disponibili: dal concept di un veicolo-navetta che rende tangibile un nuovo tipo di mobilità, ai frigoriferi connessi che danno consigli sulla conservazione degli alimenti, fino ai tagliaerba intelligenti che imparano dall’esperienza. Avvalendosi del proprio cloud IoT, l'azienda ha già realizzato più di 270 progetti in campi quali mobilità, domotica, smart city e agricoltura. Il numero di sensori e dispositivi connessi con la Bosch IoT Suite è aumentato di quasi il 40% lo scorso anno ed oggi ha raggiunto gli 8,5 milioni.