Full size significa inserirsi in un segmento nel quale le dimensioni contano. Là andrà a collocarsi Audi Q8, probabilmente intorno ai 4 metri e 90 di lunghezza, riferimento delle avversarie designate: BMW X6 e Mercedes GLE Coupé. Sarà show-car al Salone di Detroit 2017, anticipando la strada da percorrere per un prodotto di serie che andrà ad aggiungere un altro tassello all'offerta Q, con la quale a Ingolstadt identificano i suv. Q2 l'ultima nata, dimensioni urbane, agli antipodi rispetto a una Q7 dalla quale il concept del NAIAS richiamerà tutta la tecnica. Quali caratteristiche avrà lo scopriremo a metà gennaio. Scontata la presenza di un'architettura green: la sigla e-tron non lascia dubbi.

Il bozzetto che ha trovato il semaforo verde del responsabile dello stile, Marc Lichte, racconta anche altro. Anzitutto quanto Q8 Concept sarà suv dai tratti spiccatamente sportivi. Un frontale imponente, sul quale la calandra single frame è l'elemento focale pur in una chiara reinterpretazione rispetto alle ultime soluzioni. Giocherà su due livelli, quello più arretrato, con i gruppi ottici, e un secondo proiettato in avanti, a offrire ulteriore tridimensionalità al muso. Le spesse cornici con tinta a contrasto seguono lo stesso obiettivo.

Fari assottigliati, linee tutte spigoli, imitate da profili verticali ben spaziati a completare la calandra. Tra i punti sottolineati da Audi nel presentare le proporzioni di Q8 Concept, il montante C. Oltre a essere molto inclinato in avanti, dettaglio che contribuisce a slanciare la fiancata, spiegano come sia un richiamo alla Audi Ur-Quattro per il trattamento piatto riservato nel disegnarlo.

Linea di cintura alta, quattro posti a bordo, coda che si chiude bene e conferma il taglio sportivo dell'impianto generale, ribadito dalle "spalle" (i passaruota) evidenziate da nervature marcate.