Detroit

Al Salone di Detroit BMW ha presentato la nuova Serie 5 che dal è una delle colonne portanti della gamma BMW e nelle prime sei generazioni ha venduto oltre 7,6 milioni di auto. Il filo conduttore, dunque, è una evoluzione costante che sin dal 1981 prevede la sostituzione del modello ogni sette anni. Evoluzione che in questo caso è partita dal telaio alleggerito fino a 100 kg, grazie al più ampio uso di alluminio e acciai altoresistenziali, ed è arrivata fino all’aerodinamica che ora sfoggia un Cx di 0,22, secondo BMW il migliore della sua categoria. Ma la nuova Serie 5 vuol dire anche guida semi-autonoma, grazie a una telecamera stereo che in combinazione con i sensori radar e a ultrasuoni (optional) sorveglia l’ambiente che circonda la vettura.

Oltre all’assistente per evitare un ostacolo o l’avvertimento di traffico trasversale, ci sono anche l’assistente per il cambio di corsia e l’assistente di mantenimento della corsia con protezione attiva anticollisione laterale. Quest’ultimo sorveglia le carreggiate e la circolazione intorno alla vettura e supporta attivamente il guidatore in caso di rischio imminente di collisione, intervenendo sul volante. A questo si aggiunge l’active cruise control che con l’Intelligent Speed Assist (optional) considera i limiti di velocità – si possono correggere di 15 km/h in eccedenza o in difetto – esonerando il conducente dal dove accelerare, frenare e girare fino a 210 km/h.

Sulla Serie 5 debutta ance l’iDrive di nuova generazione, che nelle versioni top di gamma prevede uno schermo ad alta definizione da 10,25 pollici. Per la gestione del sistema si può usare l’iDrive Controller, la voce, i gesti o sfiorare direttamente le superfici di comando del display. Le grandi sezioni suddivise in riquadri possono essere composte liberamente dal guidatore e aggiornano continuamente i contenuti dei menu sottostanti. L’head-up-display multicolore dell’ultima generazione è più grande del 70% e visualizza segnali stradali, liste telefoniche, stazioni radio, titoli di brani musicali, indicazioni di navigazione o avvertimenti emessi dai sistemi di assistenza.

Il comfort a bordo è garantito dai nuovi spazi porta-oggetti, dal maggiore spazio alle gambe nella zona posteriore, dai sedili comfort con funzione di massaggio - includono l’innovativa regolazione con sensori sensibili al tatto - dal comando della climatizzazione a quattro zone, inclusa la ionizzazione e la leggera profumazione dell’aria. La riduzione del rumore passa da un particolare sistema d’incapsulamento del motore (SYNTAK), dal parabrezza e dal cielo del tetto con un nuovo isolamento. Di serie ci sono le luci a LED sia davanti che dietro, mentre in optional si possono avere i proiettori adattivi a LED con distribuzione variabile del fascio luminoso, inclusa la luce per le rotatorie e la luce abbagliante antiriflesso fino a 500 metri.

La nuova serie 5 prevede anche la nuova offerta BMW ConnectedDrive: prenotazione e pagamento digitali di parcheggi, ricerca intelligente di parcheggio e park assistant (optional), che rileva posti liberi e parcheggia automaticamente la vettura. Con Microsoft Exchange e Office 365 si sincronizzano le e-mail, gli appuntamenti nel calendario e i contatti, mentre con il Remote Parking la nuova Serie 5 può essere telecomandata con la chiave della vettura in parcheggi particolarmente stretti. Infine, per la prima volta Apple CarPlay funziona completamente senza cavi, c’è la carica induttiva del telefono e il WiFi-hotspot per un massimo di dieci dispositivi.

Tutti i motori della nuova BMW Serie 5 sono sovralimentati e al momento di lancio sono disponibili due unità a benzina e due diesel, a trazione posteriore o integrale. Si va dal 2.0 a benzina della 530i (252 CV e 350 Nm), al 3.0 6 cilindri della 540i (340CV e 450 Nm), con gli omologhi a gasolio della 520d e della 530d che erogano rispettivamente 190 CV-400Nm e 265 CV-650 Nm. Ma nel prossimo futuro arriveranno anche la 520d Efficient Dynamics omologata con 102 g/km di CO2, la 530e iPerformance con powertrain ibrido plug-in (46 g/km) e la M550i xDrive con il V8 da 462 CV e 650 Nm. L’esordio sul mercato, infine, è previsto per l’11 febbraio 2017