ZF ha presentato al Naias di Detroit il telaio flessibile “Intelligent Rolling Chassis” (IRC), un prototipo di piattaforma estremamente flessibile per veicoli elettrici. La piattaforma combina un propulsore elettrico integrato nell’assale e un telaio estremamente agile con un sistema di sterzo avanzato e una centralina elettronica che ne coordina tutte le funzioni. Al tempo stesso il pianale, completamente piatto (ribattezzato "skateboard") tra l’assale anteriore e quello posteriore, si adatta praticamente a qualsiasi configurazione di carrozzeria, rendendo l’IRC estremamente flessibile per lo sviluppo di veicoli elettrici per il trasporto sia di merci sia di passeggeri in ambito urbano.

L’Electric Twist Beam (eTB) installato sull’assale posteriore dell’IRC assicura una propulsione a zero emissioni locali. Per raggiungere questo obiettivo ZF ha combinato un assale “Twist Beam” con due motori elettrici integrati nelle ruote, ciascuno in grado di erogare una potenza di 40 kW (pari a 108 cavalli) e alloggiati insieme in una scatola di alluminio, ognuno con una trasmissione a velocità singola. L’assale anteriore dell’IRC si basa su un innovativo design delle sospensioni indipendenti con doppio braccio di controllo, il requisito meccanico in grado di incrementare l’angolo di sterzata fino a 75 gradi, 25 in più degli attuali standart, aumentando notevolmente l'agilità delle vetture nel traffico. 

Un altro componente essenziale del sistema è la IRC ECU, la centralina elettronica preposta a coordinare tutte le funzioni dinamiche trasversali e longitudinali del veicolo, oltre a controllare i freni di servizio, l’elettronica di potenza e persino la gestione della batteria. La centralina è inoltre dotata di una funzione di ripartizione della coppia (Torque Vectoring) che distribuisce la potenza tra i due motori elettrici anche separatamente, consentendo al veicolo di partire da fermo a un angolo di quasi 90 gradi, uscendo, ad esempio, da un parcheggio con una sola manovra.