Esibizionismo ibrido a Detroit per Mercedes-AMG. Arriva sotto forma della serie 53, sigla che battezza le prestazioni a benzina di Mercedes-AMG CLS e di Classe E Coupé e Cabrio, supportate dall'ibridizzazione leggera sotto forma della spinta dell'EQ Boost, un modo per dire alternatore e starter a 48 volt, una compatta unità elettrica posta tra motore termico e trasmissione, in grado di offrire 250 Nm e 22 cavalli (16 kW) a supporto al sei cilindri in linea con doppia sovralimentazione turbo. Al turbocompressore attivato dai gas di scarico si affianca un turbo elettrico, che crea subito la pressione di sovralimentazione ai regimi appena superiori al minimo e azzera il turbo lag.

Mercedes-AMG crea l'abbinamento perfetto: turbocompressore elettrico per costruire la pressione di sovralimentazione in basso, turbocompressore a gas di scarico per spingere nella fascia intermedia e alta. Il risultato è una coppia di 520 Nm costante tra i 1.800 e i 5.800 giri/min, da leggere insieme al dato della potenza: 435 cavalli. Sono numeri che consentono prestazioni di rilievo: 4”5 per accelerare da 0 a 100 km/h, 270 km/h di punta massima, con l'optional del Driver's Package a innalzare il limitatore rispetto ai 250 km/h di serie. I consumi dichiarati sull'unità mild-hybrid sono di appena 8,4 litri/100 km nel ciclo misto.

Mercedes-AMG 53 diventa una tappa chiave per la divisione diretta da Tobias Moers verso una sempre maggiore elettrificazione dei modelli AMG. Il corredo tecnico che accompagna CLS, Classe E Coupé e Cabriolet nelle varianti “53” comprende la tanto la trazione quattro ruote motrici 4Matic+, a ripartizione continua della coppia tra i due assi, quanto il cambio Speedshift TCT 9G, che consente cambiate gestibili anche in manuale, dalle palette al volante grazie al tasto M in plancia, indipendente dalle regolazioni del Dynamic Select e dei 5 profili di guida che incidono su trasmissione, volante, risposta del motore e taratura delle sospensioni. 

Per un impianto elettrico a 48 volt destinato al funzionamento del turbocompressore e del motore che assomma alternatore e starter, c'è un impianto a 12 volt destinato ai gruppi ottici, l'infotainment, i sistemi di bordo e il cockpit. L'incremento dell'efficienza del sei cilindri in linea, che risulta più compatto – poter rinunciare all'alternatore a cinghia grazie al motorino dell'EQ Boost consente di recuperare centimetri in lunghezza, nell'ingombro del propulsore -, passa anche dal sistema di trattamento dei gas di scarico posto più vicino al motore. 

Tanto Mercedes-AMG CLS 53 quanto le declinazioni Classe E avranno elementi distintivi nel look. Il frontale si caratterizza per la calandra con doppia lama silver, la griglia nera e un paraurti specifico con profilo A-Wing, al quale sommare un'aerodinamica ottimizzata dall'inserimento delle air curtains nella parte esterna delle prese d'aria lateriali, grazie alle quali diminuisce il coefficiente di resistenza aerodinamica (Cd). Le minigonne a lama, i cerchi da 19 pollici di serie (20 pollici optional), gli specchietti installati sulle portiere, proseguendo con una coda dal paraurti con inserto del diffusore, completano la personalizzazione. Non meno appariscente sarà lo scarico con quatto terminali tondi cromati.

I contenuti tecnologici portati al debutto dalla nuova generazione di Classe E Coupé e CLS restano intatti sulla AMG 53, che debutterà sul mercato in configurazione Edition 1, come consuetudine più ricca nella dotazione di serie. Tutte le “53” avranno il volante AMG Performance rivestito in pelle Nappa e sedili sportivi specifici.