FRANCOFORTE. Guida autonoma, provider di mobilità, elettrificazione, car-sharing. Ci attende un futuro entusiasmante, ma nel frattempo godiamoci le (ultime?) cariche di cavalleria pesante. Al Salone di Francoforte, in un tripudio di concept futuristiche, Audi ha svelato la quarta generazione di RS4 Avant. Perché per alcuni la potenza non basta mai, nemmeno su una station wagon. 

Arriverà nelle concessionarie nel corso del 2018, a un prezzo ancora non dichiarato ma certamente superiore agli 80 mila euro, equipaggiata col motore biturbo V6 da 450 cv e ben 600 Nm di coppia (+170 Nm in più rispetto al modello precedente) già a 1900 giri, per scattare da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi e raggiungere la velocità massima di 280 km/h, optando per il pacchetto Dynamic RS.

La sportività estrema di questa familiare atipica si esprime anche esteticamente: i designer si sono ispirati alla Audi 90 quattro Imsa Gto, vettura protagonista delle competizioni statunitensi di fine anni ‘80. Il frontale è caratterizzato da imponenti prese d’aria con struttura a nido d’ape in tipico stile RS nonché dalla larga e piatta griglia single frame, incorniciata da proiettori a Led Matrix (a richiesta) dotati di diaframmi bruniti.

Rispetto alla versione standard, RS4 Avant vanta passaruota maggiorati, terminali di scarico ovali specifici, spoiler posteriore, assetto ribassato, cerchi da 19 pollici di serie e, a richiesta, l’esclusivo colore carrozzeria blu Nogaro effetto perla, omaggio alla prima generazione del 1999.

Gli interni neri sono caratterizzati dai sedili sportivi con impuntura a nido d’ape (a richiesta), il volante sportivo multifunzionale in pelle appiattito nella parte inferiore, la cuffia del cambio e i listelli sottoporta illuminati sono impreziositi dal logo RS. Numerose le possibilità di personalizzare ulteriormente la vettura con pacchetti extra del programma Audi Exclusive.