Renault ha scelto il Salone di Francoforte per svelare l'attesissima Megane RS di terza generazione, che è spinta dallo stesso 1.8 4 cilindri TCe che si trova sotto il cofano posteriore della Alpine. Nella configurazione di serie questo propulsore eroga 280 CV a 6.000 giri e 390 Nm di coppia, ma Renault ha già annunciato l'arrivo di una versione ulteriormente potenziata fino a 300 CV per la fine del 2018 (quella "base" arriverà alla fine dell'anno).

Sulla più sportiva delle Megane c'è anche il sistema a quattro ruote sterzanti 4Control, che qui per la prima volta è messo a punto per le alte prestazioni. A livello dinamico la Megane RS ha altre frecce al suo arco, come i quattro finecorsa idraulici di compressione, provenienti dal mondo del rally. Come da tradizione Renault sarà disponibile l'assetto Sport e quello più specialistico Cup, mentre l'avantreno è stato ridisegnato ancora meglio per separare i movimenti di sterzata, da quelli di accelerazione e di rollio.

I cerchi in lega sono da 18 o 19 pollici. La trasmissione può essere manuale o automatica doppia frizione, sempre a 6 rapporti; in entrambi i casi è di serie il differenziale Torsen a scorrimento limitato. Il sistema di infotainment è integrato dal R.S. Monitor, una tecnologia di telemetria di bordo, arricchita da una nuova ergonomia e con una versione “expert” che permette di collegare una videocamera, registrare le sequenze di movimento, per poi analizzarle e condividerle direttamente sui social network.

La caratterizzazione estetica è abbastanza marcata: spiccano i passaruota allargati, lo spoiler e l'estrattore posteriore, la griglia della calandara a nido d'ape e infine il sistema di illuminazione R.S. Vision. Sulla nuova Megane RS debutta anche la nuova colorazione Orange Tonic, di grande impatto. All'interno invece spiccano i sedili anteriori sportivi con poggiatesta integrato, tappezzati in tessuto grigio scuro (o Alcantara) e rifiniti con cuciture rosse.