Kia allunga sempre di più le mani sull’Europa. Negli USA da anni ha grandissimo successo un simile complimento può essere fatto anche nel Vecchio Continente. Dove va a caccia non solo più di numeri, ma di un sempre maggiore prestigio. Come dimostra l’arrivo della Stinger, una GT con tutti gli attributi. In questo solco va anche la Kia Proceed, che è una concept che prefigura alcune soluzioni della prossima compatta del segmento C. La nuova Cee’d. 

Ma che per vocazione può tranquillamente essere una “nipotina” della Stinger. Realizzata dal centro di design europeo, è un prototipo che osa, alza l’asticella. Prefigura una berlina due volumi, ma è un incrocio tra una familiare e una coupé. I designer sudcoreani l’hanno chiamata "Extended Hot Hatch”. Dove il portellone allungato prolunga verso il basso il tetto, evidenziando linee flessuose e muscolose e un assetto compatto. Si nota la sharkblade che separa idealmente la zona del bagagliaio. E fa risaltare a l’assenza del montante B (fra i posti anteriori e posteriori).

La fiancata è molto caratterizzante un'unica linea, la Luminline, davvero illuminata, traccia i contorni del grande padiglione. Il colore è uno speciale Lava Red multistrato, rifinito a mano con dettagli in nero, argento cromato, e rosso effetto lacca. Un'altra particolarità di un modello che forse anticipa anche qualcosa di più.

Come ha detto Gregory Guillaume, Chief Designer Europe per Kia Motors. “Molti europei cercano auto diverse dalle classiche coupé a tre porte. Noi abbiamo dato una visione diversa”. Di un’auto sempre emozionale, dove Kia vuole far breccia.

Interni su misura e fashion. Proprio così, anche qui Kia vuole avere impatto, traendo ispirazione dall’alta moda e dalla sartoria. L’alluminio zigrinato domina il cruscotto. Non sono stati comunicati dati tecnici e powertrain della Kia Proceed.