SsangYong Rexton, ecco un SUV da duri. La quarta generazione di un modello che a metà del decennio scorso ebbe un ottimo successo in Italia, si presenta con una configurazione “pura” e una dotazione notevole.

Arriverà in concessionario nelle prossime settimane. Per puro intendiamo il classico telaio a longheroni, ormai abbandonato da tutti gli sport utility. Il Rexton persevera invece on il body on frame. Telaio separato dalla carrozzeria: una scelta che per un 4x4 votata anche al fuoristrada sarà anche fuorimoda, ma rappresenta garanzia di efficienza.

Il nuovo grande SUV di SsangYong si propone come fuori dal coro, ma con contenuti all’altezza della concorrenza. Anche quella quotata. Detto nel nuovo telaio Quad Frame in in acciaio ad altissima resistenza (AHSS) e delle sospensioni a quattro ruote indipendenti (multilink al retrotreno) si passa alla trazione. Che è integrale part-time. Ovvero 4x4 che parte al 100% al retrotreno per consentire una maggiore efficienza. E può trasferire coppia alle ruote anteriori in caso di necessità. Sia su asfalto, sia in fuoristrada.

Il Rexton, che ha dimensioni importanti, 485 centimetri di lunghezza, 1,96 di larghezza, 1.82 di altezza, offre altre doti da vera fuori stradista. Ovvero gli angoli di attacco e di uscita, di 20,5 e 22 gradi. E la capacità di poter rimorchiare fino a tre tonnellate.

Un bel pacchetto, spinto da un 2.2 diesel da 181 cavalli, in grado di erogare ben 420 Nm di coppia. Il quattro cilindri a gasolio può essere abbinato a un cambio manuale a sei marce o a un automatico a sette rapporti di origine Mercedes. Arriverà anche un turbo benzina di due litri, ma è molto probabile che farà numeri molto piccoli, almeno in Italia.

Altre qualità oggettive sono il passo, 2,86 metri, che garantisce un’ottima abitabilità: il Rexton sarà disponibile nelle versioni a 5 e 7 posti. In quella da cinque la capacità del bagagliaio è stupefacente: da un minimo (!) di 820 litri a un massimo di 1977.

Anche la dotazione è importante. Per la sicurezza di sono di serie nove airbag. Sono disponibili i seguenti sistemi: ripartitore elettronico di frenata (EBD), sistema Forward Collision Warning (FCW), sistema di frenata di emergenza intelligente (AEB), sistema di allerta cambio corsia involontario (LDW), commutazione automatica abbaglianti/anabbaglianti (HBA), sistema di riconoscimento della segnaletica stradale, sistema di telecamere con visione panoramica 3D.

Nell’abitacolo sono due i formati disponibili per gli schermi: 8.0’’ o 9.2” HD. Entrambi con con funzioni di connettività come Apple CarPlay e Android Auto per il mirroring dei dispositivi e navigatore TomTom. Oltre al quadro strumenti “Super Vision” LCD da 7’’ con tre diverse modalità di visualizzazione delle informazioni. Un pacchetto di tutta sostanza e qualità.