Nello tsunami di auto elettriche del Salone di Francoforte le auto sportive, anche "classiche", hanno detto da loro.

Ma c'è stata anche una concept speciale. Che ha dichiarato una prestazione strabiliante. Si tratta della Aspark Owl. La supercar elettrica della non precisamente nota, anzi piuttosto misteriosa, Casa giapponese. Che ha rotto gli indugi ha ha annunciato un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 2 secondi. Sarebbe record assoluto.

Per arrivarci sfrutta una leggerezza non comune, 850 kg, e una potenza non eccezionale. I due motori elettrici erogano complessivamente 429 cavalli e una coppia di 764 Nm.

Tanto basta per scattare in modo così tremendo e arrivare fino a 280 km/h. Le dimensioni: lunga 4,83 metri, larga 1,94 m, ma sorpattutto è alta solo 99 centimetri. Attaccata a terra e realizzata con ampio uso di materiali ultra leggeri: immancabile la fibra di carbonio. C’è anche il magnesio per i cerchi.

Ovviamente curatissima l’aerodinamica, a dispetto di forme certamente fluenti, ma non originali. Una due posti estrema, a quattro ruote motrici, che promette scintille. Intense, ma non molto durevoli. L’Aspark Owl farà sognare col suo scatto, ma la festa non durerà molto. L’autonomia dichiarata è di soli 150 chilometri. Buoni per un raid in pista, se va bene.