Tre show car dicono delle future novità in casa BMW, al Salone di Francoforte. Da un lato c’è l’offerta di prodotti già maturi per andare su strada, modelli cruciali come la nuova Serie 1, la Touring di Serie 3, l’ampliamento della gamma Serie 8 con il debutto della spaziosa Gran Coupé e delle sportivissime M8 in doppia veste, il restyling di X1.

C’è la prima mondiale in pubblico per BMW X6, al passaggio di una nuova architettura e con quattro unità motrici, benzina e Diesel, con le quali presentarsi nel segmento dei grandi suv dallo stile simil-coupé. X6 anche nella one-off Vantablack, unica per il nero assoluto della carrozzeria: antiriflesso totale (o quasi) pensato per lo spazio. E c'è BMW X5 VR6, letteralmente a prova di esplosivo.

BMW CONCEPT 4

È, tuttavia, BMW Concept 4 il modello che più coinvolge per il racconto del design. Un concept dietro il quale intravedere alcuni tratti che saranno di BMW Serie 4, attesa nel corso del 2020. La coupé di taglia media interpretata dal Concept 4 con richiami di stile al passato nell’inclinazione della calandra.

Ampiezza da X7 o Serie 7, certo non sarà la cifra della futura Serie 4. In certe soluzioni richiama BMW 328 (lo sviluppo verticale della griglia) e BMW 3.0 Csi (l’inclinazione del Doppio Rene).

Leggi anche: Il test di nuova Serie 3 Touring

È una show-car che sperimenta, propone fari posteriori a led con un unico elemento di fibra ottica. L’anteriore incastona i proiettori, sdoppiati, in un taglio netto tra cofano motore e fascia paraurti. Spigoli vivi e nervature distintive sul cofano – raccordano calandra e montanti – e lungo la fiancata, in una posizione “insolita”, bassa e non al di sotto della linea di cintura. nell’idea del Centro Stile, il richiamo a un baricentro basso.

Alcuni tratti della show car dall’abitacolo arretrato e sbalzi minimi, potranno confluire su Serie 4 Coupé.

BMW I HYDROGEN NEXT

Seconda novità assoluta, svelata al Salone, il progetto di ricerca sull’elettrico a fuel cell. La nuova generazione del sistema composto da pila a combustibile e motore elettrico verrà sviluppata in un modello di piccola serie nel 2022, sarà un suv, come il “contenitore” scelto per annunciare la prosecuzione dell’impegno BMW nella ricerca sulle fuel cell.

Leggi anche: Serie 1, M135i sportiva nell'era della trazione anteriore

Una BMW X5 ospita le componenti di un’elettrica a idrogeno nei volumi e spazi di un modello “convenzionale”. Diventa BMW i Hydrogen NEXT.

BMW VISION M NEXT

NEXT che è la visione BMW sull’elettrificazione, pilastro della produzione futura. BMW Vision M Next, pur non essendo una novità assoluta, fa l’esordio in pubblico prefigurando la possibile via di sviluppo della prossima generazione di BMW i8. Un ibrido plug-in molto più spinto per prestazioni del sistema termico-elettrico, da 600 cavalli e con un’autonomia in elettrico del concept pari a 100 km.

Leggi anche: BMW X5 VR6, protezione totale

BMW i8 presente a Francoforte con l’edizione speciale – 100 esemplari - Ultimate Sophisto Edition. Coupé e Roadster, si caratterizza per l’abbinamento della tinta Sophisto Grey Brilliant e le applicazioni color rame E-Copper.

Cerchi bicolore da 20 pollici e novità lenti chiare sui fari posteriori. Edizione speciale che è anche per BMW i3s, Edition RoadStyle: tinta nero Fluid Black e accenti E-Copper, con cerchi da 20 pollici a caratterizzare l’elettrica, insieme a interni con rivestimenti in pelle naturale e inserti in rovere scuro opaco.