Lo sviluppo della gamma Volkswagen ID. è già tracciato da tempo. ID.3 apre la strada all’elettrico su architettura MEB, poi sarà la volta dei suv, di taglia compatta e grande, scopriremo un progetto di classe business lusso con carrozzeria berlina e accoglieremo una riedizione moderna del Bulli. I concept Volkswagen Crozz II, Volkswagen Roomzz, Volkswagen Vizzion e Volkswagen Buzz hanno prefigurato le vie che verranno percorse.

DIMENSIONI DA SEGMENTO C "CRESCIUTO"

Al Salone di Francoforte 2019 è arrivata la conferma del prossimo modello ad arrivare in scena. Si chiamerà Volkswagen ID.4, sarà un suv relativamente compatto - in quota 4 metri e 60 di lunghezza - e, se per filosofia richiama ingombri annunciati da ID Crozz II, la trasformazione in modello di serie apporta diverse modifiche.

NIENTE CODA "COUPÉ"

Un’anticipazione si è avuta proprio a Francoforte, dove il concept è apparso con la carrozzeria camuffata e racchiuso all’interno di una maxi-teca. Cambia completamente il volume posteriore, dalle linee di crossover coupé si va nella direzione di un suv più pratico e versatile, portellone molto più verticale per una migliore accessibilità al bagagliaio.

Leggi anche: ID.3 e logo, nasce la nuova Volkswagen

Gli sbalzi cortissimi, specialmente all’anteriore, restringono gli ingombri garantendo un passo ampio. La linea dinamica del suv è nella cintura alta e ondulata verso la coda, mentre il volume dell’abitacolo si spinge piuttosto in avanti, accorciando il cofano anteriore.

Nel 2021 è atteso sul mercato, con quali caratteristiche tecniche ancora non è stato ufficializzato. Trazione integrale, certo, con una configurazione a 2 motogeneratori che arriverà anche su Volkswagen ID.3.