La tecnologia di Magneti Marelli da decenni è sinonimo di eccellenza nell'automotive. E si è confermata tale al Salone di Ginevra che domenica chiuderà i cancelli.

Sull'Alfa Romeo Stelvio, Magneti Marelli propone tecnologie negli ambiti illuminazione, sistemi elettronici, powertrain, sospensioni e scarico. Ovvero proiettori allo Xenon 35W, dotati di centralina per il sistema adattivo, e sui fanali a LED con il disegno distintivo degli ultimi modelli Alfa Romeo. L’area dei sistemi elettronici vede la presenza, oltre del body computer, anche del sistema di infotainment dotato di display con effetto “black panel” e tecnologia “optical bonding” per migliorare la leggibilità dello schermo.

Per quanto riguarda le motorizzazioni benzina e diesel della Stelvio, sono presenti, centraline elettroniche di controllo motore (benzina 2,0 e 3,0), collettori di aspirazione (benzina 2,0 e diesel 2,2) e farfalle motorizzate (diesel 2,2).

Infine i componenti per il sistema di scarico, sospensioni, componenti plastiche. E il modulo CDC – Chassis Domain Control, disponibile sulla versione Quadrifoglio.  Una centralina elettronica sviluppata da Alfa Romeo e Magneti Marelli che rappresenta il “cervello” dell’elettronica di bordo e consente di ottimizzare handling e prestazioni adottando in modo predittivo protocolli di controllo e gestione di vari sistemi-chiave della vettura. Il sistema previene e gestisce le situazioni critiche, informando in anticipo le specifiche centraline coinvolte nel sistema elettronico, attraverso le reti del veicolo.

Sulla Jeep Compass la fornitura di Magneti Marelli inizia dai sistemi di illuminazione, che vanno dai proiettori alogeni o Xenon ai fanali a LED. Per il powertrain, collettori di aspirazione e farfalla motorizzata (2,0 diesel). Il quadro strumenti riprende il family feeling Jeep e presenta un display da 7” abbinato ad elementi analogici. La presenza di tecnologie Magneti Marelli continua negli ambiti plastica, scarico e sospensioni.

Sulla DS7 Crossback, ci sono i proiettori full-LED di tipo adattivo e presentano la caratteristica peculiare di essere indipendenti. Tre moduli LED sono dotati di regolazioni autonome per adattare il fascio di luce a cinque tipologie di percorso (città, percorsi extraurbani, autostrada, condizioni atmosferiche avverse e abbaglianti), variando l’intensità e l’inclinazione di ogni singolo modulo. Il quarto elemento è un LED Bi-Elight dedicato agli abbaglianti. I fanali sono a LED con disegno delle plastiche a 3D (tre dimensioni) per dare profondità e migliorare la visibilità e la sicurezza durante la guida. L’indicatore di direzione di tipo dinamico completa il design dei sistemi di illuminazione anteriore e posteriore.

Le supersportive. Si va dalla Porsche Panamera Sport Turismo (fanali a LED tridimensionali uniti fra loro da una sottile linea di luci a LED), passando per la Audi RS5 (proiettori allo Xenon 25W e LED e, in ambito powertrain, farfalla motorizzata). I sistemi di illuminazione di Magneti Marelli sono stati scelti anche da Opel per equipaggiare la nuova Insignia Grand Sport (fanali a LED), Sports Tourer (fanali a LED) e Suzuki Swift (fanali a bulbo). Porsche Panamera Sport Turismo adotta tecnologie Magneti Marelli anche in ambito powertrain (farfalla motorizzata per le motorizzazioni a benzina V8 4,0 e V6 3,0).

Tra gli altri, Citroën Aircross, farfalla motorizzata per il 1,2 benzina ed ECU Stepper Motor. Seat Ibiza, farfalla motorizzata, ECU per il motore 1,0 benzina e sistemi di scarico, Skoda Kodiak, farfalla motorizzata per la versione 1,4 turbo benzina da 150 CV. E Suzuki Swift che, oltre ad adottare il collettore di aspirazione per la versione 1,0 benzina e la centralina elettronica di controllo motore per il 1,3 diesel, equipaggia questa versione con la farfalla motorizzata e il cambio AMT (Automated Manual Transmission).

Per l'auto dell'anno 2017, la Peugeot 3008, Magneti Marelli ha realizzato soluzioni ad alto contenuto tecnologico. Come il quadro di bordo e il display da 12” per l’i-Cockpit e il display da 8” per il dispositivo infotainment. Si tratta di schermi TFT (Thin Film Transistor) sui quali sono proiettate le informazioni che arrivano dalla vettura e dal sistema di infotainment. Il quadro di bordo è di tipo riconfigurabile ed è dotato di tecnologia 3D. Completano la fornitura di tecnologie, i fanali a LED e, in ambito powertrain, la farfalla motorizzata.