Per certi versi sarà un tornare alle origini. Al 1970 della prima Range Rover, allora tre porte come, a breve, sarà Range Rover SV Coupé. Il Salone di Ginevra per annunciare i contenuti destinati a una ridotta platea di cultori del genere. Unico o quasi, quello dei suv tre porte. La quasi totalità dei tentativi di declinazione “coupé” dei suv non possono prescindere dalla versatilità delle cinque porte. Un lusso che si concede (ancora, ripetendo la formula adottata con Evoque, tre e cinque porte) Range Rover. Offirà un prodotto sartoriale, realizzato a mano nel Warwickshire, dove saranno gli specialisti impegnati sulle Land Rover SVO ad assemblare i 999 esemplari di SV Coupé: primo suv di taglia maxi a proporsi in configurazione di carrozzeria tre porte.

L'attesa verso il 6 marzo, data fissata per il debutto, è accompagnata da prevedibili elementi di stile che andranno a caratterizzare Range Rover SV Coupé rispetto alla Range Rover classica. Il profilo due porte verrà enfatizzato da un insieme linea di cintura-cornice dei finestrini più rastremato verso la coda, probabile anche una diminuzione del passo. Prime indicazioni emerse dai muletti di sviluppo avvistati.

Ha i crismi dell'assoluta ufficialità, invece, l'impostazione dell'abitacolo. Interni con quattro posti immersi nel lusso, l'accostamento bicolore della pregiata pelle si completa con gli inserti in legno sull'ampio tunnel centrale, la plancia e il volante. Le lavorazioni in alluminio rappresentano il giusto tocco di modernità all'ambiente, insieme ai comandi tattili dell'infotainment e della climatizzazione, sotto forma di impianto InControl Touch Duo Pro di ultima generazione.

Range Rover, il super-suv è in rampa di lancio

L'esclusività della tiratura, il richiamo alla storia Range Rover in un 2018 che celebra i 70 anni Land Rover, richiedono una proposta di motorizzazione di assoluto rilievo. Scelta che potrebbe ricadere sul V8 5 litri sovralimentato da 550 cavalli, sfoggiato dal top di gamma Range: SVAutobiography.