Il primo Geneve International Motor Show si tenne nel lontano 1905. Una storia longeva, un palcoscenico prestigioso, che nei decenni ha tenuto a battesimo modelli capaci di scrivere la storia dell’auto. Come Fiat Topolino, Lancia Flaminia, Ferrari F50.

L’edizione 2018 si tiene dall’8 al 18 marzo, periodo preceduto dai due consueti giorni riservati alla stampa e dall’elezione dell’Auto dell’Anno, premio di cui il nostro magazine è organizzatore italiano (qui le sette finaliste).

Numerose le anteprime mondiali già annunciate e previste. A partire dalla attesa novità di casa Ferrari: nessuna conferma da parte di Maranello ma è quasi certo il debutto della 488 Sport Special Series. Non certo l'unica supercar pronta ad attirare i flash, col debutto in società della McLaren Senna.

Già confermato da Land Rover, il nuovo super-Suv coupé a due porte della famiglia Range Rover. Sempre in tema di super-Suv da segnalare anche il debutto della prima versione ibrida di Bentley Bentayga.

Per quanto riguarda le auto di grandi volumi, Hyundai alzerà il velo sulla nuova generazione di Santa Fe e Skoda sul restyling della Fabia, oltre a svelare un inedito concept, anticipatorio di un terzo Suv compatto. Mentre Kia porterà la Rio GT-Line, versione grintosa della citycar con motore turbo da 120 cv. Non mancherà l'appuntamento il Gruppo Volkswagen, con Seat che presenta non solo un modello ma addirittura un nuovo marchio sportivo, Cupra.

Come sempre ampio spazio alle concept car, soprattutto elettriche, a partire dalla GFG Style disegnata dallo studio di Giorgetto Giugiaro, proseguendo con la hypercar elettrica Rimac Concept Two, la cinese Lvchi Venere e con il progetto tutto italiano Icona. Senza dimenticare i maggiori esponenti del tuning, come ABT con la nuova RS5-R.

Il Salone sarà aperto al pubblico dall’8 al 18 febbraio, dal lunedì al venerdì dalle 10 di mattina alle 8 di seera, nonché durante il weekend dalle 9 alle 7. I biglietti sono acquistabili anche on-line sul sito ufficiale del Salone.