Diesel? No, grazie. E' la scelta di Skoda Fabia restyling, che rinuncia alla declinazione a gasolio, l'1.4 TDI proposto finora, e punta all'ampliamento dell'offerta di motorizzazioni benzina, tutte dotate di filtro del particolato. Unità tre cilindri più pulite, dal cubatura comune a 1 litro, per quattro proposte differenziate. La conferma degli aspirati MPI, da 60 o 75 cavalli, del turbo TSI 1.0 da 95 cavalli. Accanto, la novità, per Fabia: 1.0 TSI 115 cavalli, atteso con 200 Nm di coppia motrice. Sarà la motorizzazione abbinabile al cambio doppia frizione 7 marce, in alternativa alla trasmissione manuale 6 marce. Consumi e prestazioni saranno dati che accompagneranno Fabia restyling sullo stand ginevrino.

Arriverà con una chiara rivisitazione del frontale, nella sostanza sono i gruppi ottici a led, come i fendinebbia, a rilevare. Il Light Assist assicurerà la massima illuminazione, occupandosi di convertire automaticamente il fascio di luce dagli abbaglianti agli anabbaglianti quando i sensori frontali rileveranno altri veicoli nella medesima, o opposta, direzione di marcia a rischio accecamento. 

Nuovo taglio dei fari, convergenti verso il centro del muso, abbinati alla calandra modificata negli spigoli della cornice. Aggiornamento estetico prodotto anche sui fari posteriori – anch'essi a led –, nonché ai cerchi in lega. Ben 18 pollici di diametro per il set più grande, quasi un omaggio alla Skoda Fabia R5 da rally nel suo assetto per le prove speciali su asfalto. L'occhio ringrazierà, la dinamica di marcia pure.

L'abitacolo propone una strumentazione diversa, finiture in plancia modificate, sedili con rivestimento dalle due tonalità e un infotainment che già dalla versione Swing offrirà un display da 6,5 pollici. Apple CarPlay, Android Auto, MirrorLink, protocolli buoni a indicare tutte le possibilità di interfaccia tra smartphone e auto. In più, parte del sistema SmartLink+, confermato dall'attuale offerta Skoda Fabia, lo SmartGate, ovvero, come impiegare lo smartphone nelle vesti di computer di bordo esteso.

Il top di gamma della multimedialità continuerà a essere la versione Amundsen, completa di navigatore satellitare e informazioni in tempo reale sul traffico. I servizi Skoda Connect completano il corredo di soluzioni multimediali e servizi accessibili dallo smartphone, via app.

Dalla tecnologia in punta di schermo ai sistemi di assistenza alla guida, per dire del miglioramento del Blind Spot Monitor, il rilevatore di veicoli nell'angolo cieco opererà anche nella marcia in autostrada su corsie multiple. A supporto delle manovre in retromarcia, invece, arriva il Rear Traffic Alert: avviserà del rischio di una collisione. I contenuti del restyling di Fabia berlina si estendono alla gamma Wagon, con l'eccezione dei cerchi da 18 pollici. Infine, la praticità di tanto soluzioni semplici quanto utili. Al raschietto antighiaccio è stata applicata una scala per misurare la profondità del battistrada, valido strumento per quanti non volessero ricorrere alla lettura dei riferimenti annegati nel battistrada stesso o metodi fai da te quale l'utilizzo della monetina da 2 euro.

A richiesta, il bagagliaio offrirà un doppio fondo, la Wagon aggiungerà in dotazione una torcia a led posta nell'alloggiamento laterale. Su strada, Fabia 2018, arriverà nella seconda metà dell'anno.