Cinque anni fa, era il 23 gennaio 2013, Bmw e Toyota inviarono un comunicato congiunto, annunciando una partnership strategica (nome in codice Silk Road, via della seta) per lo sviluppo di sistemi fuel cell, sviluppo di materiali ultraleggeri, nonché auto sportive.

Il 6 marzo al Salone di Ginevra, si coglierà un frutto della collaborazione tra i due colossi dell'auto. Ossia una concept car anticipatoria della prossima generazione di Supra, la coupé-icona Toyota prodotta in quattro generazioni dal 1979 al 2002.

Nulla è ancora stato confermato da Toyota, tranne un render del posteriore (foto sopra) che anticipa un prototipo ancora senza nome. Che lascia intuire forme posteriori non dissimile dalla concept FT-1 (foto in apertura) presentata al North American International Auto Show del 2014. Ossia la Future Toyota numero 1, anticipazione di un'erede delle 2000GT, Celica e Supra, appunto. Che sarà stretta parente della Bmw Z4, in attesa di debutto, anche se  Shigeki Tomoyama, presidente del motorsport Toyota, ha tenuto a precisare le differenze filosofiche tra le due nuove vetture. La Z4 sarà una roadster, la Supra una coupé votata più alla performance pura che al comfort, grazie a un peso presumibilmente contenuto e a motori sei cilindri sviluppati in Baviera.