Uno Sport Activity Coupé troppo veloce. Ma anche uno strano caso, se per una volta non si parla di prestazioni, e piuttosto di un susseguirsi di generazioni. Il Salone di Ginevra 2018 ospiterà il debutto mondiale della nuova BMW X4, una seconda serie che arriva a soli quattro anni dal lancio della prima, targata 2014. Quello dei Suv coupé è certamente un mercato che la marca bavarese ha contribuito non poco ad inventare, ma nella storia dell'automobile non si ricorda di un modello con un ciclo di vita ridotto a 48 mesi, neppure nei casi di fiasco conclamato, cosa che la X4 tecnicamente non è, con 200.000 esemplari venduti.

La nuova BMW X4 prende dunque la scia della nuova X3, presentata la scorsa primavera, e dunque il marchio tedesco si muove per riallineare tecnicamente le due vetture, ma accorciare così tanto il ciclo di vita di un modello è una esperienza assai pericolosa per un marchio premium, con i sette anni canonici tra una generazione e quella successiva a cui si attengono tutti gli altri costruttori tedeschi.

Evoluzione, naturalmente, senza rivoluzioni. X4 cresce di 81 mm in lunghezza fino ai 4,75 metri totali, è più larga di 37 mm , ora 1,92 metri, e scende appena in altezza, ora 1,62 metri. Nell'incastro delle gamma BMW, occupa indubbiamente una posizione di maggior peso e rilievo rispetto a X5 e alla futura X7. Lo stile resta invece identico nell'impostazione del frontale e della fiancata, mentre la coda riceve un trattamento molto differente per i gruppi ottici, che con tutta franchezza presentano similitudini importanti con altri marchi.

Tornando alle origini, gli interni della X4 non si differenziano da quelli della nuova X3 per altro che le finiture, di livello più sportivo. Comandi vocali e gestuali sono i protagonisti del sistema l'infotainment iDrive con display da 10,25 pollici, con head-up display in opzione e climatizzatore a tre zone che accompagnano un pacchetto importante di dispositivi di assistenza alla guida tra cui l'Active Cruise Control, Steering e Lane control assistant, Lane Keeping Assistant, mentre è in opzione il Parking Assistant Plus.

Se la formula Sport Activity Coupé è cio che contraddistingue X4 nella forma, la sostanza tecnica attinge da X3 per l'intera gamma di motorizzazioni e soluzioni meccaniche. Al lancio sul mercato la vettura sarà disponibile esclusivamente con trazione integrale xDrive e cambio automatico a otto marce. La gamma comprenderà le versioni xDrive 20i 2.0 turbo da 184 cv, xDrive 30i 2.0 da 252 cv e la più potente X4 in gamma, la M40i 3.0 da 360 cv. Sul versante dei diesel troveremo xDrive 20d 2.0 da 190 cv, xDrive 25d 2.0 da 231 cv, xDrive 30d 3.0 da 265 cv e la M40d 3.0 per 326 cv.