GINEVRA. Jeep è sbarcata in grande stile al Salone di Ginevra, forte dell’endorsement dell’amministratore delegato FCA, Sergio Marchionne. Ma soprattutto della doppia anteprima europea di Wrangler e Cherokee.


Per Wrangler, erede diretta della Willys-Overland, si tratta della quarta generazione, disponibile con due sistemi di trazione integrale - Command-Trac e Rock-Trac, assali Dana next-generation, bloccaggi elettrici dei differenziali Tru-Lock, differenziale a slittamento limitato Trac-Lok e barra stabilizzatrice anteriore a scollegamento elettronico.

Tre gli allestimenti disponibili: Sport, Sahara e Rubicon con configurazione a 3 e 5 porte. Per chi non si accontenta, la versione Sahara può essere arricchita con l'esclusivo pacchetto Overland, che comprende cerchi da 18 pollici, griglia in tinta carrozzeria con finiture lucide,  cornici dei fari Bright, interni in pelle e luci a Led. 


La seconda novità esposta a Ginevra, anch'essa  in anteprima per la regione EMEA, è la nuova Cherokee, rinnovata nel design esteriore e nell’abitacolo, che ora vanta un maggiore spazio di carico posteriore. Nuovo anche il sistema Uconnect di quarta generazione con schermi touchscreen da 7,0" o 8,4" dotati di display tattile capacitivo ad alta definizione, tecnologia Apple CarPlay e Android Auto.

Completa la dotazione di sistemi di assistenza, comprensiva di frenata automatica d’emergenza, cruise control adattivo, telecamera posteriore, monitoraggio dell’angolo cieco e otto airbag di serie. Al lancio sarà disponibile negli allestimenti Sport, Longitude, Limited e Overland, cui si aggiungerà nel 2019 l’avventurosa Trailhawk.