Il prodotto non sarà comune. Una hypercar elettrica che, alle prestazioni estreme, accompagna la storia del nome Pininfarina. Il marchio diretto da Michael Perschke, Automobili Pininfarina, lancerà la Battista al Salone di Ginevra, dopo un percorso fatto di anteprime private e anticipazioni a potenziali clienti in giro per il mondo. Dov’è apparsa, Battista Pininfarina ha raccolto consensi.

Facile, con 1.900 cavalli e 2.300 Nm di coppia motrice, numeri che varranno uno zero-cento inferiore ai 2 secondi e uno 0-300 km/h in meno di 12 secondi. Lo stile della hypercar, da un nome che ha contribuito a scrivere la storia dell’automobile, farà il resto.

Dal 2020 le prime consegne, attraverso una rete di distributori che conterà tra i 25 e i 40 “punti vendita”, concetto quantomai generico che non riassume bene le ambizioni di Automobili Pininfarina. Da prodotto di estremo lusso, non potevano che essere selezionati distributori in tutto il mondo a trasformarsi in ambasciatori del brand: “Crediamo che i nostri specialisti della distribuzione diventeranno evangelisti del marchio, assumendo il privileggio di prendersi cura delle auto Pininfarina e dei clienti. Per i 150 clienti della Battista, inizialmente, avremo 20 o 25 punti di contatto globali, con l’ampliamento della gamma aggiungeremo altri specialisti mantenendo sempre l’esclusività”, ha commentato l’a.d. Perschke.

Nel corso del 2019 andranno a definirsi altri accordi con distributori in diverse città, da aggiungere alle strutture individuate a Los Angeles, New York, San Francisco, Miami, Toronto, Monaco, Londra, Hong Kong, Singapore, Dubai. Trattative in corso per affidare il marchio Automobili Pininfarina anche a distributori a Parigi, Milano, Ginevra, Amsterdam, Tokyo, Melbourne.

La hypercar Battista verrà presentata alla vigilia del Salone di Ginevra, un evento esclusivo si terrà il 4 marzo, prima della giornata dedicata alla stampa. Dei 150 esemplari destinati alla produzione, 50 andranno al mercato nord-americano, 50 a quello europeo e 50 da ripartire tra Asia e Medio Oriente. “La domanda iniziale in Nord America è stata molto forte e il nostro obiettivo, adesso, è quello di presentare questa spettacolare hypercar a possibili clienti in Europa, Medio Oriente e Asia”, ha aggiunto Marcus Korbach, direttore vendite di Automobili Pininfarina. “Sulla base del rapporto unico con il cliente che avranno i nostri specialisti, apporteremo valore attraverso il prodotto e l’esperienza vissuta con il marchio”.