Sarà un ibrido “firmato”, quello che Subaru introdurrà al Salone di Ginevra. Due modelli elettrificati, una nuova tecnologia e-boxer e la promessa che sarà un’elettrificazione all’insegna della prestazione: “C’è l’ibrido, poi c’è l’ibrido tutta potenza dell’e-boxer”

Così, per creare l’attesa in vista del 5 marzo prossimo, quando uno dei due modelli elettrificati destinati all’Europa potrebbe essere Subaru Forester, stando ai rumours. Motore boxer, sovralimentato, trazione integrale simmetrica e una componente elettrica da inserire nell’equazione.

L’impiego della sigla e-boxer dovrebbe portare in una direzione diversa dalle soluzioni ibride sfoggiate su altri mercati, da ultimo in nord America con Subaru Crosstrek Hybrid, caratterizzato da due motogeneratori elettrici a supporto del termico.

L’unica immagine diffusa dello schema e-boxer evidenzia al retrotreno il modulo elettrico, batteria posta al di sopra del telaio supplementare al quale sono ancorate le sospensioni e il differenziale. Tale sottolineatura potrebbe portare allo scenario anticipato nel 2017 dal responsabile vendite e marketing di Subaru Europa, David Dello Stritto, ovvero, l’elettrificazione dell’asse posteriore, tra gli scenari ai quali guardare per scrivere il futuro della WRX 2.5 litri e non solo.