Il rinnovamento dell’offerta suv, in casa SsangYong, è iniziato da Tivoli. Al Salone di Ginevra, a tre anni dal debutto del concept SIV-2, toccherà a SsangYong Korando entrare in una nuova fase, quarta generazione del progetto di segmento C che andrà a sviluppare il design annunciato dalla show car e tradotto in modello di serie su altri mercati.

L’arrivo del suv XLV, sviluppato su base Tivoli ma più lungo di 24 centimetri a 4,44 metri, porterà quasi certamente a un riposizionamento di Korando, per dimensioni, oltre l’attuale modello (4,41 metri). E un indizio in tale direzione lo offre la capacità di carico, pari a 551 litri e rivelata da un video promozionale diffuso sul mercato koreano, relativo alla nuova generazione del suv. Bagagliaio ben 65 litri più capiente.

Nel 2016, il concept SIV-2 proponeva uno schema mild-hybrid con motore turbo benzina da 1.5 litri e un compatto motogeneratore elettrico da 10 kW, alimentato a 48 volt. Quello schema potrebbe, in toto o in alcune sue componenti, vedi la parte termica, essere ripresentato sul Korando 2020.

Sul mercato italiano, oggi, il suv è spinto da un 2 litri benzina aspirato da 148 cavalli, proposto anche in versione bifuel a gpl, nonché dal 2.2 litri Diesel da 178 cavalli. Comparto motoristico destinato a un completo rinnovamento, come del resto avviene sullo stile, più squadrato all’esterno, dotato di luci a led e, all’interno, caratterizzato dalla presenza della strumentazione virtuale e di un infotainment che, SsangYong, anticipa proporrà un display da 9 e uno da 8 pollici.