Turismo Internazionale la denominazione per le Alfa Romeo più speciali, fascinose. Resta in questo segmento Stelvio Ti, uno dei pezzi importanti del Biscione a Ginevra. Robusto antipasto, in attesa delle grandi novità attese per il Salone dell'auto. 

Ti quindi esordisce su Stelvio al Salone di Ginevra, col 2 litri turbo benzina da 280 cavalli e 500 Nm di coppia (0-100 in 5”7) abbinato a cambio automatico ZF a otto marce e alla trazione integrale Q4. Sulla meccanica niente da discutere, è sempre al vertice.

L’allestimento rappresenta un passo in avanti con finiture in carbonio per trilobo frontale e calotte dei retrovisori esterni. In color scuro le finiture dei i cerchi di lega da 20", loghi, cornici dei cristalli, i terminali di scarico e fari. 

Stelvio Ti in questo, come Giulia Ti del resto, presenta riferimenti diretti, alias minigonne con inserto in carbonio e spoiler posteriore, alle fantastiche Quadrifoglio. Per tutto il resto, performance, sicurezza e personalizzazio, onevviamente c’è Mopar.