Due anni fa, il debutto al Salone di Ginevra. Oggi, l’elenco delle specifiche tecniche di Aston Martin Valkyrie si arricchisce ancora di dati ufficiali. La hypercar sviluppata con la consulenza di Red Bull Advanced Technologies e le scelte aerodinamiche volute da Adrian Newey, rivela tutto il potenziale del sistema ibrido.

Del motore V12 Cosworth da 6.5 litri, unità aspirata con bancate a 65 gradi, si era già ascoltato il sound ai 10.500 giri/min di rotazione. Emozioni sonore e contributo di cavalli e coppia, rispettivamente 1.013 e 740 Nm.

Non è un solista, bensì duetta con in un ibrido da corsa che, non a caso, avrebbe voluto Aston Martin per un proprio impegno futuro in Formula 1.

Motore V12 e sistema KERS, motogeneratore realizzato da Integral Powertrain, in grado di recuperare energia cinetica e sviluppare una spinta supplementare sulla linea di trasmissione. Non solo potenza, ma un supporto agli innesti del cambio sequenziale.

Aston Martin Project 003, arriva il turbo ibrido

Quanto al pacco batterie, è realizzato da Rimac – già alle cronache più recenti per l’accordo con Automobili Pininfarina e la tecnologia riversata sulla hypercar elettrica Battista –.

La potenza di sistema, su Valkyrie stradale, sarà di 1.176 cavalli (1.160 bhp) per 900 Nm di coppia. Vale 162 cavalli e 280 Nm il supporto del motogeneratore elettrico.

Alla vigilia del Salone di Ginevra, dove Aston Martin ha già annunciato il debutto del suv elettrico Lagonda, la hypercar approfondisce altre scelte tecniche, di filosofia progettuale, mentre in fabbrica si avvia la produzione dei primi prototipi marcianti.

Il ruolo strutturale di motore e cambio, come sulle auto da corsa, con la scatola della trasmissione utilizzata quale punto d’ancoraggio dei triangoli delle sospensioni posteriori, scelta che si riflette nella massima integrazione tra componenti, rendendo superfluo qualsiasi telaio supplementare.

Anche la batteria contribuisce alla ricerca di “più funzioni da un singolo elemento”, risultando un involucro per l’elettronica della Valkyrie.