Da un lato il prototipo da Super GT nipponico, dall’altro la coupé stradale. In mezzo, Toyota Supra GT4, al momento “solo” un concept. Del modello di serie sfoggia motore sei cilindri turbo 3 litri, telaio e interni, con i necessari affinamenti per l’impiego in pista.

 

È la formula “auto da corsa” destinata ai team privati che gareggiano nella Classe GT4 FIA, campionati sparsi in tutto in globo, per avvicinare – un gradino sotto la Classe GT3 – i gentlemen drivers alla pista.

Prima uscita al Salone di Ginevra, con soluzioni di adeguamento tecnico ai regolamenti della categoria. A partire dall’installazione della gabbia di sicurezza e degli accessori imposti dalla FIA, tra sedili omologati, estintore e volante a sgancio rapido.

Nuova Toyota Supra, passo sportivo e tre motori al lancio

In più, un’importante operazione di alleggerimento e l’adozione di sospensioni, freni e una veste aerodinamica specifici. Supra, le ruote in pista, le metterà già quest’anno con la partecipazione alla 24 Ore del Nurburgring, in attesa dell’impegno nella Classe GT 500 del turismo giapponese, dal 2020.

Gli interventi prodotti sul concept sono stati sviluppati dal reparto corse Toyota Motorsport con sede in Germania. 

Non è da escludere che, nel percorso di ampliamento dell’offerta sul mercato, a una produzione della GT4 per i team privati non faccia seguito una specializzazione ad alte prestazioni e omologata per circolare su strada, una Supra GRMN che rappresenterebbe l’ideale ciliegina sulla torta.