Al Salone di Ginevra 2019, Porsche presenta una delle attese debuttanti dal mercato delle sportive: la nuova 911 Cabrio.

La cabrio della “992” arriva dopo l’anteprima mondiale della nuova 911, l’ottava reincarnazione del mito, vista a Los Angeles e prosegue una tradizione lunga 30 anni con una capote che, in appena 12 secondi, si ripiega nel cofano, anche in movimento a patto di non superare i 50 km/h.

La nuova scoperta della Cavallina di Stoccarda ha un legame stretto con la coupé dalla quale deriva, non solo per quanto riguarda l’aggiornamento stilistico estetico. La nuova Cabrio può vantare sul grande sforzo fatto dai tecnici per migliorare la 911 dal punto di vista tecnologico e prestazionale, soprattuto per quanto riguarda le mappature, con l’arrivo della modalità Porsche Wet per viaggiare con più sicurezza sul bagnato.

Sotto al cofano posteriore, nella sua posizione classica a sbalzo, batte il cuore dell’auto, il 6 cilindri boxer da 450 cavalli e 530 Nm di coppia, che permette alla Cabrio di superare i 300 km/h di velocità massima e coprire lo 0-100 km/h in meno di 4 secondi. Abbinata al motore, la nuova trasmissione a 8 rapporti.