Ginevra è il palcoscenico delle auto più tecnologiche, prestazionali, costose, futuristiche. Tutte, accomunate da un particolare, centrale nell’utilizzo ottimale dei progetti: le gomme. Michelin presenta le novità della gamma 2019, accanto a uno strumento rivolto strettamente a quanti non rinunciano a misurarsi tra i cordoli di un circuito.

Lo speciale sul Salone di Ginevra 2019

Per farlo al meglio, Michelin Pilot Sport Cup2 R è la specifica ideale. Una gomma semi-slick, in grado di migliorare le prestazioni di prodotti simili, concorrenti, fino a 5 decimi al chilometro. Si caratterizza per un battistrada più rigido, grazie alla riduzione dell’ampiezza dei canali; cambia anche il numero di intagli sulla spalla esterna, ridotto. Soluzioni che si rifletto nell’incremento dell’impronta a terra, pari a un +10%.

Dal 2019, Michelin Pilot Sport Cup2 R è offerto in opzione tre le gomme specifiche per Ferrari 488 Pista, uno sviluppo mirato in abbinamento alla berlinetta di Maranello, soluzione individuata dalla sigla K1 sul pneumatico.

Restando in pista, va detto dell’evoluzione del sistema Michelin Track Connect. Un’app per smartphone che permette l’esame in tempo reale delle condizioni di funzionamento di ciascun pneumatico. Funziona con un set di gomme Michelin Pilot Sport Cup2 Connect, poiché all’interno sono dotate del sensore che rileva i valori di temperatura e pressione di gonfiaggio, inviati direttamente allo smartphone ed elaborati dalla app.

Con Michelin Track Connect, è possibile per il pilota preparare la sessione in pista fornendo all’applicazione le info sulle condizioni dell’asfalto (asciutto, bagnato, umido), parametri utilizzati per fornire importanti indicazioni su come migliorare l’utilizzo della gomma.

Durante i giri in pista, l’app monitora in tempo reale la pressione e la temperatura, valori dai quali è possibile ricavare le variazioni di pressione da apportare una volta ai box. Sarà come avere il proprio ingegnere di pista.

L’applicazione rileva anche i fenomeni di sotto o sovrasterzo, dall’equilibrio delle pressioni di gonfiaggio tra i due assi dell’auto.

La versione 2019 di Michelin Track Connect si arricchisce della funzione Warm-up, grazie alla quale guida il pilota nel raggiungere la temperatura ideale di funzionamento del pneumatico, e della funzione Manometro, dalla quale leggere in tempo reale il valore di pressione su ciascuna gomma e le variazioni da apportare. Team e Condividi sono due funzioni ulteriori destinate alla condivisione dei dati e alla creazione di una personale “squadra” di lavoro sui parametri forniti dalle gomme.

Altra novità firmata Michelin al Salone di Ginevra, il lancio del Michelin Pilot Sport 4 SUV 2019. Una gomme destinata agli sport utility e crossover prestazionali, di qualsiasi segmento, due e quattro ruote motrici.

Il disegno asimmetrico del battistrada differenzia la porzione esterna – ottimizzata per la guida su asciutto – da quella interna, specializzata per la guida sul bagnato. Appoggio in curva, alla ricerca del massimo grip, da un lato. Evacuazione della maggior quantità d’acqua e “rottura” del velo dell’aquaplaning, dall’altro.

La mescola del Pilot Sport 4 SUV è realizzata con elastomeri funzionali, la scolpitura produce intagli più rigidi, mentre la cintura in aramide e nylon assicura una maggior precisione di guida. Oltre a essere risultato, nel confronto con i competitor (test TÜV SÜD Germania), più efficiente in frenata (riduzione degli spazi pari a 1,8 metri da 100 km/h a 0 km/h, sull’asciutto; -3,15 metri sul bagnato), assicura anche percorrenze più estese, fino a 9.100 km più dei diretti concorrenti.

Nel 2019 sarà commercializzato in 53 misure, 18 di nuova omologazione.