Il Motor Show di Bologna è tornato alla grande. L’obiettivo è stato raggiunto con il superamento della soglia dei 200 mila visitatori, che dal 3 all’11 dicembre, hanno affollato con entusiasmo i padiglioni. L‘edizione 2016 ha avviato in maniera convincente il progetto triennale di sviluppo e la prossima edizione è già fissata dal 2 al 10 dicembre 2017. Il ritorno alle origini, la passione per l’auto al centro, un mercato in ripresa, un ricco show di eventi sportivi e la partecipazione del motorismo delle grandi occasioni, sono stati una formula vincente da replicare: 43 i brand automobilistici presenti, 200 gli espositori, 12 le anteprime nazionali ed oltre 35mila i test drive effettuati dalle case auto.
 
Il Motor Show è un grande evento rivolto al pubblico per un’interazione fisica con la vettura, dinamica nei test drive, che mette in contatto il visitatore con tecnologie e modelli disponibili ed acquistabili. È un appuntamento tutto italiano, atteso e voluto dal grande pubblico proveniente da ogni regione della penisola. Affollati gli stand e molto fluido il nuovo percorso espositivo, anche nei momenti di massima concentrazione di pubblico, che ha sperimentato un lay out unico per tutti i brand, in grado di valorizzare al massimo le auto. 
L’Alfa Romeo Giulia, è stata l’auto più fotografata, e quella in vetta alle richieste di prova ; anche i modelli di casa Ford sono stati super gettonati. Entusiasmo per le bellissime supercar, in particolare le Lamborghini, Pagani e la nuova Frangivento completamente elettrica. Grande successo per "Passione Classica”, la sezione dedicata alle auto che hanno fatto la storia della tradizione motoristica italiana: mai vista, a detta degli esperti, una concentrazione così alta per qualità e quantità di modelli esposti. Sempre esaurite le tribune dell’area 48 Motul Arena dove si sono sfidati i grandi nomi del motorsport con oltre 30 gare e 300 piloti, gran finale con il trofeo del Memorial Bettega che ha proclamato vincitore Elfyn Evans.