Al Motor Show non poteva mancare il Gruppo Fiat Chrysler. Con Gianluca Italia, direttore generale di FCA, che è interventuto durante la giornata inaugurale:  “FCA crede nel Motor Show, siamo venuti con tutti i Marchi. Abbiamo ravvivato gli stand: venderemo le auto direttamente al pubblico, abbiamo realizzato formule specifiche, con un vantaggio speciale per chi acquista al Salone. Spazio anche allo sport: porteremo i giocatori del basket, le vecchie glorie della Juventus e il campione di motocross Cairoli”.

Occasione propizia anche per lanciare nuove promozioni dedicati alle imprese: “Fiat Chrysler Automobiles a dicembre lancia il progetto Bonus Impresa investe 10 milioni di euro per chi nel mondo business intende acquistare un modello del Gruppo entro fine 2017”. Funziona così, basta la partita IVA. nel portale è segnalato il plafond (a scalare) e ci si può personalizzare un voucher e scaricarlo. Ad esempio per la Fiat 500X ci sono 3.200 euro di vantaggio, la Punto a 4.500, la Giulietta a 7.200, Stelvio a 8.200 euro, Giulia a 9.500 euro. 

Per quanto riguarda lo stato di salute del Gruppo, Italia ha commentato: “Il 2017 per FCA si chiude in modo soddisfacente. Il primo semestre è stato di forte crescita, il secondo di stabilizzazione. I nostri sforzi nei mesi finali sono stati finalizzati sui marchi premium, con Alfa Romeo Stelvio e Jeep Compass, che stanno andando benissimo. Alfa chiuderà a novembre con una crescita del 21%, Jeep del 49%, entrambe rispetto allo stesso mese del 2016. Stelvio è leader del suo segmento”.

Il Suv del Biscione, finalista dell'Auto dell'Anno ed esposto nel nostro stand al padiglione 25, regala grandi soddisfazioni: Il boost di Stelvio è stato oltre ogni aspettativa. Giulia nel 2017 ha avuto alcuni ottimi mesi, facendo tornare in concessionaria gli alfisti. Che comprano l’alto di gamma: la vogliono bella. E non ha cannibalizzato la Stelvio. La Giulia è stata acquistata dai fedelissimi. Molti sono tornati in concessionaria dopo tanti anni: hanno voluto vedere la macchina e il motore".

E chi spera nella versione station della Giulia? Gianluca Italia spiega: "Alfa è un brand per sportivi, e chi vuole un'auto spaziosa e versatile trova un'opportunità ideale nella Stelvio. Chi prova le Alfa poi le compra. La potenza del marchio è enorme, figurarsi col ritorno in F1. Lancia? La Ypsilon proseguirà il proprio ciclo regolarmente”. 
 
Per quanto riguarda le piccole della gamma Alfa non sono previste grandi novità: “Mito e Giulietta proseguiranno con aggiornamenti – conclude Italia - Per il 2018 non sono previste nuove generazioni. Renderemo la Panda più accattivante, piace nelle versioni più ricche. Nel 2018 per noi il mercato non sarà in crescita: lo vediamo sostanzialmente stabile”.