Dire Corolla o Auris è dire berlina compatta secondo Toyota. La nuova generazione della due volumi di segmento C si è svelata in prima mondiale al Salone di Ginevra, Auris per il Vecchio Continente. Corolla altrove, vista la portata globale del modello, il più venduto al mondo (1,3 milioni di esemplari nel 2016, dati focus2move). Al Salone di New York è prima continentale, la nuova generazione andrà su strada la prossima estate, mentre la terza serie di Toyota Auris verrà commercializzata in Europa a inizio 2019.

Annunciate le novità tecniche, il pianale TNGA, la duplice proposta di ibrido, 1.8 o 2 litri di cilindrata, nonché le dimensioni rivisitate e uno stile piuttosto diverso dal modello che andrà a rimpiazzare, a Ginevra sono rimasti nascosti alla vista – salvo un fugace passaggio nel video di lancio a margine della conferenza stampa del marchio – gli interni. Corolla colma il vuoto e rivela un'impostazione del tutto nuova, fatta di una plancia che abbina linee orizzontali a una fascia ondulata. Un blocco unico semplifica gli interni, è la torretta posta al centro, che racchiude lo schermo della multimedialità, da 8 pollici di diagonale, e i comandi del climatizzatore più in basso, a seconda degli allestimenti anche in versione automatico bi-zona. Non manca il vano di ricarica wireless per lo smartphone, posto davanti alla leva del cambio, come la strumentazione digitale, un pannello TFT da 7 pollici.

Più spaziosa a bordo, grazie all'incremento delle dimensioni del passo - ben 4 centimetri, per un un valore di 2,64 metri -, la progettazione del posto guida si segnala per un posizionamento del punto dell'anca più basso, particolare a vantaggio dell'abbassamento del baricentro.

Anteprima sugli interni a parte, il debutto di Corolla al Salone di New York dettaglia anche i nuovi sistemi di assistenza alla guida del Toyota Safety Sense 2.0, in particolare la presenza del Lane Tracing Assist, in grado di rilevare la linea mediana all'interno della corsia di marcia e assistere il guidatore nel suo mantenimento: una traiettoria sempre al centro della propria corsia, ovviamente il sistema è disattivabile e funziona esclusivamente in autostrada e con le mani del guidatore sul volante. Opera in presenza del Dynamic Radar Cruise Control, sistema adattivo di regolazione della velocità, che sarà di serie su tutte le Corolla con cambio automatico.

L'evoluzione del sistema di frenata d'emergenza si avvale del riconoscimento dei pedoni anche di notte e dei ciclisti di giorno, mentre il sistema di avviso del superamento involontario di corsia si completa con lo Steering Assist, ausilio al guidatore sotto forma di una leggera sterzata indotta per rientrare nella propria corsia.