RS5 Sportback, ovverp Audi mette  il “tigre” V6 da 450 cavalli alla versione 5 porte della sua media. Al Salone di New York ha fatto il suo esordio la Sportback più sportiva. Conservando il plus della praticità del portellone posteriore abbinata allo straripante propulsore. RS5 Sportback arriverà in Italia a fine 2018. Garantendo spazio a cinque persone con un bagagliaio da 480 litri.

Il motore è lo stesso che ha impressionato con la RS4 Avant e la RS5 Coupé. Si tratta del V6 2.9 biturbo da 450 cv e 600 Nm. Notevole il dato della coppia, disponibile in un arco molto vasto: da 1.900 a 5.000 giri. La prontezza del sei cilindri a V è favorita anche dal posizionamento delle turbine all'interno delle bancate. Non a caso l’accelerazione dichiarata è la stessa di Giulia Quadrifoglio: arriva 100 km/h da fermo in 3,9 secondi. La velocità massima è autolimitata a 250 km/h, a pagamento col pacchetto sportivo può arrivare a 280 km orari.

Il cambio è l’automatico Tiptronic a otto rapporti, che lavora in sinergia con la ben nota trazione quattro. Dotata di differenziale centrale meccanico e ripartizione di partenza al 60% al posteriore. A pagamento il differenziale posteriore sportivo con torque vectoring.

Il pacchetto è completato dall'assetto sportivo RS ribassato di 7 mm rispetto alla S5 e da cerchi di lega da 19 pollici (a pagamento quelli da 20”). A richiesta l'assetto RS Plus con Dynamic Ride Control, lo sterzo dinamico e i freni carbo-ceramici.

Il design è stato incattivito. A dai passaruota più larghi di 15 millimetri. Spicca il powerdome sul cofano motore, al parti dei nuovi paraurti sportivi. Al posteriore non passano inosservati i terminali di scarico ovali. Gli interni sono personalizzabili con sedili sportivi a guscio, pelli di alto livello e, sempre per distinguersi, c’è il Verde Sonoma, colore specifico di carrozzeria.