Come annunciato, Mini ha presentato al Mondial de l’Automobile 2016 l’inedita John Cooper Works Clubman, versione prestazionale della compatta, equipaggiata con il motore 4 cilindri turbo 2.0 della JWC tre porte, capace di erogare 231 cv di potenza e 320 Nm di coppia. La JCW diventa la Clubman più potente della gamma, con 39 cv in più della versione Cooper S (qui la nostra prova su strada).

Il motore è abbinato di serie alla trazione integrale All4 e al cambio manuale sei marce ma in opzione è disponibile anche l’automatico otto rapporti. Le prestazioni, in entrambe le configurazioni, sono di rilievo, con uno scatto 0-100 km/h in 6”3 a fronte di un consumo di carburante nel ciclo combinato UE di 7,4 l/100 km (cambio automatico: 6,8 l/100 km) ed emissioni di CO2 nel ciclo combinato UE: 168 g/km (154 g/km).

La sportività del modello si riflette anche nell’estetica e negli allestimenti. Il modello esce di serie con impianto di scarico sportivo, impianto frenante sportivo Brembo, cerchi in lega John Cooper Works da 18 pollici Black Grip Spoke e regolazione della stabilità di guida DSC (Dynamic Stability Control) incluso DTC (Dynamic Traction Control), EDLC (Electronic Differential Lock Control) e Performance Control di serie; Dynamic Damper Control e cerchi in lega da 19 pollici offerti come optional.

L’abitacolo è caratterizzato da sedili sportivi John Cooper Works in Dinamica/stoffa carbon black con poggiatesta integrati, battitacco JCW e cielo del tetto colore antracite, pedaleria e poggiapiede guidatore realizzati in acciaio inossidabile. Inoltre la versione con cambio offre volante in pelle John Cooper Works con tasti multifunzione e paddles. Sempre di serie è incluso l’impianto di climatizzazione e la radio MINI Visual Boost con schermo a colori da 6,5 pollici, interfaccia USB, interfaccia AUX-In e impianto vivavoce Bluetooth per il telefono.

Infine tutti i sistemi di assistenza alla guida offerti per la nuova Clubman sono disponibili anche per il modello JCW: sensore pioggia con attivazione automatica delle luci anabbaglianti, Park Assistant, telecamera di retromarcia e Driving Assistant con Active Cruise Control su base di telecamera, Pedestrian Warning con funzione frenante, High Beam Assistant e riconoscimento segnaletica stradale. A Parigi è stato anticipato anche il prezzo: si parte da 37.200 euro.