Nuova Renault Clio e nuova Renault Captur, due volti diversi della stessa medaglia, due volti attesi a un cambio generazionale nel 2019. Arriva il “bollino di qualità” del responsabile dello stile, colui il quale ha dato il via libera alla soluzione evolutiva del design per entrambi i modelli: nuova Clio la vedrete a inizio 2019. Così, ad Autocar, la conferma di un debutto lontano solo pochi mesi.

Inizio 2019 vuol dire essenzialmente il lancio in prima mondiale a Ginevra, dopo un Salone di Parigi all’insegna delle soluzioni futuristiche per la mobilità, con la gamma di robo-veicoli EZ, recentemente protagonista con EZ-PRO e al Mondial attesa con una grande proposta dal taglio premium. Kadjar restyling sarà, invece, il collegamento con l'attualità e la concretezza suv.

Dalla prossima generazione di Renault Clio, invece, Van den Acker anticipa quelle che sono state le aree sulle quali maggiormente si sono concentrati designer e progettisti: assistenza alla guida e interni. Se esteriormente scopriremo un modello aggiornato nel disegno dei fari e probabilmente con ingombri maggiori in larghezza, nonché un rinnovamento del posteriore in stile-Megane, sarà a bordo che le novità scriveranno il cambiamento più importante.

L’infotainment introdurrà gli schermi “portrait”, disposizione verticale come già visto su altri modelli Renault, scelta che obbligaa ripensare completamente ergonomia e disegno della plancia. Dovrà migliorare look e feeling delle plastiche, per rilanciare la sfida alle più recenti concorrenti utilitarie, dalla Ford Fiesta a Seat Ibiza, passando per Volkswagen Polo.

Nuova Renault Captur, tempo di secondo atto

Imprescindibile, poi, incrementare il corredo di sistemi di assistenza alla guida, per reggere il confronto nel segmento B: l’assistente al mantenimento attivo della corsia, il cruise control adattivo, la frenata autonoma d’emergenza con riconoscimento avanzato di pedoni e ciclisti, sono alcuni dei punti sui quali nuova Clio è attesa al cambio di passo.

Novità le registreremo anche al capitolo motori, con i turbo benzina 1.0 e 1.3 litri a coprire un ampio arco di potenze, all’interno delle quali posizionare il Diesel 1.5 dCi.