Audi ha pubblicato i primi bozzetti della AI:me, concept car che presenterà in occasione del Salone di Shanghai 2019 il 15 aprile.

Se Al Salone di Ginevra Ingolstadt ha fissato i piani per il 2020, con i prototipi Q4 e-tron e e-tron Sportback basi per le prossime elettriche di serie, alla manifestazione asiatica la Casa dei Quattro Anelli guarda oltre.

La AI:me, infatti, è un prototipo che si pone l’obiettivo di immaginare come sarà la mobilità nel futuro, portando avanti l’altro filone di ricerca e sviluppo che sta tenendo impegnati i tecnici tedeschi, quello che riguarda la guida autonoma.

Assieme agli studi di stile, infatti, questo è l’unico dato tecnico certo rivelato dall’Audi: il concept sfoggerà le ultime novità acquisite sul campo della guida senza pilota.

I bozzetti, aiutano a dare un'idea delle forme. Si può ipotizzare che la vettura avrà linee spigolose e volumi compatti, per via degli sblazi ridotti al minimo, visto che un tratto quasi unico unisce lunotto a cofano e la coda è tronca, come una crossover.

Interessante è ciò che mostra il disegno dell'abitacolo, perché anche se l'auto è in grado di muoversi da sola, il volante resta al suo posto: lo spazio per il piacere di guida è ancora contemplato nel futuro. Non sono stati messi i sedili, quindi non ci si può sbilanciare su numero di posti e possibilità di personalizzare l'ambiente interno, ma colpisce il lungo display che si sviluppa in orizzontale per tutta la larghezza dell'abitacolo. Vengono mostrate diverse modalità di interfaccia, attribuibili alle caratteristiche tecniche ancora da scoprire.