Dall’ultima vettura completamente nuova prodotta da Lotus, la Evora, sono passati più di dieci anni. Al Salone di Shanghai, lo storico Costruttore britannico ha rotto il silenzio e ha annunciato l’arrivo di una novità importante.

La prima auto progettata da quando gli eredi di Colin Chapman sono passati sotto l’egida dei cinesi di Geely sarà la Type 130, una hypercar elettrica, la prima di questo tipo prodotta in Gran Bretagna.

Un assoluto punto di svolta nella storia del marchio, che è stato un pioniere nei suoi 71 anni di attività sperimentando e lanciando soluzioni tecniche all’avanguardia.

La Type 130 rappresenta, quindi, una nuova sfida per la Lotus. Perché per chi ha fatto dell’aggiungere leggerezza, la sua bandiera, dover confrontarsi con il peso di batterie e motori elettrici è un rebus mica da poco.

Per mettere un termine di paragone la NIO EP9, l’hypercar elettrica che ha fatto il Nurburgring in 6:45.90, sulla bilancia fa segnare 1,735 kg, un’enormità se paragonata ai pesi leggeri ai quali la Lotus ci ha abituato.

La Casa dice che l’auto è in avanzato stato di progettazione e “Sarà la Lotus più avanzata dal punto di vista dinamico mai fatta. Rappresenta cosa siamo in grado di fare e cosa faremo in futuro” ha aggiunto il CEO Phil Popham.

Ora non ci resta che aspettare la presentazione ufficiale, attesa nel corso di quest’anno, per conoscere tutti i suoi dettagli tecnici.