Il pallino delle quattro ruote, sportive, rimane forte per Yamaha. Al Salone di Tokio al Casa dei tre diapason presenterà una concept sportiva a due posti. Ritornerà sul luogo del delitto, perchè già nel 2015 esibì il prototipo Sports Ride.

Il nome del nuovo modello non è noto. Yamaha l'ha definita solo automobile, certamente dall'indole molto dinamica. Che è stata sviluppata con  il metodo iStream sviluppato da Gordon Murray. In noto ingegnere sudafricano, notissimo per aver realizzato molti bolidi: McLaren, Mercedes, Brabham. Ovviamente largo uso di fibra di carbonio, peso intorno ai 900 kg. Una potenziale rivale dell'Alfa Romeo 4C e delle Lotus quindi.

Sarà più leggera ma meno potente dell'Alfa. Il motore dovrebbe essere un 3 cilindri  turbo di 1 litro di cilindrata in grado di erogare 130 cavalli. Sarà un'auto che vuole fare la moto o il contrario? Tra qualche giorno ne sapremo di più.