La sperimentazione in campo automobilistico di Yamaha cambia totalmente volto, rispetto alla proposta di coupé sportiva vista due anni fa e sviluppata su architettura iStream. Al Salone di Tokyo il marchio dei tre diapason svela Yamaha Cross Hub Concept che, non fosse per le dimensioni da berlina compatta, potrebbe finire tra i pick-up. Punta sulla modularità dello spazio, un abitacolo in grado di ospitare quattro persone e, al tempo stesso, il volume necessario nel cassone posteriore per caricare un quad o la propria moto. L’idea: prima di salire in sella alla Yamaha due ruote, arrivare a destinazione con quella a quattro. 

Gli interni sfruttano una configurazione a diamante, con il posto guida in posizione centrale e avanzata, due sedute poco dietro e una quarta in una terza fila posta centralmente. Se i 4 metri e 49 centimetri ne fanno un progetto compatto, l’altezza di 1 metro e 75 è da fuoristrada.

Seconda proposta di Yamaha a Tokyo, un concept a metà strada da moto e auto. Quattro ruote che vanno in piega, con il Leaning Multi-Wheel 4. Pensato per la mobilità urbana, ricorre a due motori elettrici, un terzo a benzina ha compiti di range extender, mentre lo schema sospensivo permette di piegare il veicolo in curva come si farebbe con un maxiscooter, conservando i vantaggi di stabilità di un’auto. Lo stile scheletrico, con telaio a vista e pannelli delle carenature ridotti, completati da un parabrezza a cupolino, occupano complessivamente 2 metri e 68 centimetri in lunghezza, nei quali c’è posto anche per un passeggero.