A Dubai è tempo di rinnovamento, per Infiniti QX80. Profondo, ispirato al concept QX80 Monograph, che detta lo stile del frontale e della coda, per renderli più accattivanti. Ampia calandra, alta, ricca di cromature, fari riposizionati e simili ai tratti distintivi del marchio. E’ il cambiamento più immediato e d’impatto, su un maxi-suv che resterà confinato a mercati extra-europei. Nord America e Asia, Russia e Medio Oriente, sui quali proporsi con i suoi 5 metri e 34 centimetri di lunghezza, dimensioni imponenti che consentono di ospitare fino a 7 o 8 passeggeri, su tre file di sedili. 

I 2 metri e 03 di larghezza (specchietti esclusi), i 3 metri e 7 di passo, il metro e 92 di altezza, danno un’idea delle proporzioni di QX80. Due o quattro ruote motrici a scelta, un’unica trasmissione e un unico motore: il V8 5,6 litri da 405 cavalli e 560 Nm è accoppiato a un cambio automatico 7 marce. Unità aspirata, chiamata a muovere tra le 2,6 e le 2,7 tonnellate, peso del suv rispettivamente in versione due e quattro ruote motrici. E sono immaginabili i consumi esagerati, dichiarati in 5,5 km/litro nel ciclo urbano e 6,8 km/litro nel misto. Nonostante la massa, riesce a staccare un’accelerazione da zero a cento in 7”5 e raggiungere i 210 km/h.

Comfort, spazio e interni curati sono i tratti distintivi di Infiniti QX80 nell’interpretazione aggiornata. I passeggeri della seconda e terza fila hanno schermi dell’infotainment più grandi (8 pollici). Necessario, il  passo avanti sui sistemi di assistenza alla guida, governati da 5 telecamere e 3 radar: frenata d’emergenza, avviso di superamento corsia involontario, Blind Spot con intervento anticollisione, Intelligent Cruise Control sin da 1km/h, sono alcuni dei dispositivi presenti. Interessante, l’adozione dello specchietto retrovisore Smart Rear View Mirror, che dal tradizionale specchietto a specchio trasforma l’area in un display sul quale vengono mostrate le immagini della telecamera posteriore,  sempre attiva, con un angolo di copertura notevolmente maggiore (oltre i 40°) e garanzia di visibilità anche in condizioni precarie.

Se la tecnica del propulsore ribadisce il V8 della precedente serie, le sospensioni adottano nuovi ammortizzatori idraulici con sistema di contrasto attivo del rollio e taratura ammorbidita per meglio smorzare le alte frequenze di oscillazione. Sospensioni autolivellanti al posteriore, in grado di sostenere un carico a bordo fino a 2.694 litri (con tutti i sedili abbattuti). Capacità del bagagliaio che assicura 470 litri in configurazione 7-8 posti, 1.405 litri in configurazione 5 posti.

Non teme i lavori sporchi, QX80, con una capacità di traino di 3,8 tonnellate, sin dalle versioni con due ruote motrici. Il maxi-suv è già in produzione in Giappone, da dove si procederà all’esportazione sugli altri mercati, con le prime consegne attese entro fine anno. 

LA GAMMA INFINITI E IL LISTINO PREZZI